Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

sepulvedaMi considero un sognatore, ho pagato un prezzo abbastanza alto per i miei sogni, ma sono così belli, così pieni e intensi, che ogni volta tornerei da capo a pagarlo.

Read more ...

Accademia Popolare del Sapone

logo

Hai mai fatto caso a quanti saponi, shampoo, detersivi e via lavando ci sono in casa tua?

Hai mai pensato che tutto quello che ti   serve per  pulire bene te stesso/a e la tua   casa puoi produrtelo da solo velocemente e spendendo poco? Se sei curioso  continua a leggere, se pensi che non sia   possibile, il primo supermercato è qui  vicino,  ma sappi che ti sbagli!

***

"Sventuratamente, i governi paternalistici hanno lasciato marcire le masse popolari in una così profonda ignoranza, che sarà necessario fondare delle scuole non solamente per i figli del popolo, ma per il popolo stesso. Da queste scuole dovranno essere assolutamente bandite le più piccole applicazioni o manifestazioni del principio di autorità. Non saranno più scuole, saranno accademie popolari in cui non ci sarà più questione né di scolari, né di maestri, dove il popolo verrà liberamente a prendere, se lo trova necessario, un insegnamento libero, e nelle quali, ricco della sua esperienza, potrà insegnare, a sua volta, molte cose ai professori che gli apportano cognizioni che egli non ha. Questo sarà dunque un insegnamento scambievole, un atto di fraternità intellettuale tra la gioventù istruita e il popolo."

Mikhail Bakunin, [1870], citato in Colin Ward, L'anarchia. Un approccio essenziale, Eléuthera, 2008 [2004]

CONTATTACI:

Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Facebook: Accademia Popolare del Sapone

Dalle 15.00 alle 17.00: Laboratorio di realizzazione di una trousse di cosmetici di base. Burro labbra, struccante, scrub...

Dalle 17 alle 19.00: Pratica del Sapone Autoprodotto. Chi ha seguito i precedenti laboratori o sa la teoria ma non ha mai provato e vuole fare una prova insieme è benvenuto. Farete tutto voi dalla ricetta alla preparazione. Ci sarà ad aiutarvi uno/a di noi!


Il laboratorio è a sottoscrizione libera e volontaria ( potete sottoscrivere con materiali come olio di oliva, soda caustica ecc vedere anche: COSA CI MANCA http://www.exlavanderia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=381%3Acosa-ci-manca-forse-ci-potete-aiutare&catid=97%3Asaponeria-popolare&Itemid=98).

E' sempre attiva la SCATOLA di raccolta contenitori usati. Mi raccomando i contenitori devono essere PULITI.
Grazie!

 

EVENTO FB:
http://www.facebook.com/events/1715669055238379/

APPUNTI SULLA DETERSIONE CONSAPEVOLE

Dal 1997 è obbligatorio che ogni cosmetico immesso sul mercato riporti sulla confezione l'elenco degli ingredienti in esso contenuti usando la denominazione INCI (International Nomenclature of CosmeticIngredients), una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti del prodotto cosmetico. Viene usata in tutti gli stati membri dell’UE, così come in molti altri paesi nel mondo, tra cui ad esempio USA, Russia, Brasile, Canada e Sudafrica.

www.biodizionario.it www.saicosatispalmi.com

MATERIE PRIME

http://www.aroma-zone.com/

http://www.gisellamanske.com/

http://www.soinsaunaturel.com/

http://www.zrobsobiekrem.pl

http://www.dadalindo.it/

http://www.farmaciavernile.it/

http://www.labottegacolorcannella.com/

TUTORIAL

www.sonobio.com

carlitadolce

 

♦ Tensioattivi anionici

♦ Tensioattivi cationici

♦ Tensioattivi anfoteri

♦ Tensioattivi non ionici o neutri

 

“SAPONE LIQUIDO” DAL SAPONE PURO

Ingredienti:

- 25 gr di sapone puro di marsiglia

- 100 gr di acqua

- Olio essenziale di lavanda o altro a scelta.

 

Preparazione:

Preparare con un coltello o con una grattugia le scaglie o i pezzetti di sapone, più sono piccoli meglio è, ma prima o dopo si scioglie comunque.

Metterli in una pentola che possa avere una capienza sufficiente per tutta l'acqua che andremo ad aggiungere, versare un po' di acqua per far iniziare a sciogliere il sapone, accendere il fornello e mescolare un po'.

Lasciare andare un po' di tempo (dipende dalla quantità di sapone, comunque circa un quarto d'ora), poi mescolare ancora e se sobbolle aggiungere ancora acqua. Cercate di far sciogliere tutti i pezzi di sapone aiutandovi a schiacciarli con un cucchiaio e mescolando, poi lasciate scaldare ancora fino a che non sobbolla di nuovo. Aggiungere altra acqua e continuare così fino a che la pasta in un tutt'uno con l'acqua non sia diventata molto liquida, quasi come un olio (deve essere più liquida di un sapone liquido perché raffreddandosi si addenserà).

A questo punto far raffreddare un po', quando è tiepida mescolare con un minipimer (se si vogliono aggiungere oli essenziali è questo il momento).

DETERSIONE CON LE FARINE

FARINE DI CEREALI: avena, tapioca, grano saraceno – contengono amido ed una piccola quantità di sostanze grasse capaci di emulsionare la miscela di grasso-sporco in eccesso

FARINE DI LEGUMI: ceci, lenticchie – contengono sostanze chimicamente simili ai tensioattivi più delicati.

Il mondo vegetale offre delle sostanze simili a alla struttura dei tensioattivi (saponine, come la saponaria o il fiordaliso o la bollitura dei legumi. (effetto scrub o cipria con calza di nylon).

DETERGENTE ALLA SAPONARIA

Adulto con tutte le tipologie di pelle

1 cucchiaio di saponaria (farina della radice)

1 bicchiere d’acqua

avena (lenitiva), miglio, mandorle, ceci  (ha un odore che può risultare sgradevole, é molto utilizzata anche per il cuoio capelluto);

Come utilizzare le farine: In una ciotola preparate una pappetta con 1 cucchiaio di farina e acqua quanto basta per ottenere una pappetta morbida da applicare sulla pelle del viso bagnata, massaggiate la pappetta e risciacquate con acqua.

Alla pappetta si posso aggiungere un sacco di ingredienti, ad esempio il miele che rende la pappetta piú spalmabile ed é lenitivo, o al posto dell'acqua si possono usare idrolati (anche se per me sarebbe uno spreco visto che si sciacqua via, meglio un infuso di camomilla, the verde o quello che avete in casa), si possono miscelare varie farine per creare un mix personalizzato, si possono aggiungere argille o polvere di petali di rosa o di buccia di limone, infine si possono aggiungere pochissime gocce di olii essenziali specifici per la propria pelle.

SHAMPOO ALLA FARINA DI CECI

2 CUCCHIAI DI FARINA DI CECI

1 CUCCHIAIO RASO DI MIELE

2 CUCCHIAI DI ACQUA CALDA

Mescoliamo con l'aiuto di un cucchiaino questi tre composti, affinché diventi un liquido omogeneo e non troppo denso (se così fosse mettiamo qualche cucchiaio di acqua calda).

Otterremo un composto giallino, con qualche grumo, da usare come un normale shampoo.

Un consiglio che posso darvi è quello di sciacquare bene i capelli dopo l'uso per evitare di trovarvi i granelli di farina in testa (non fa male, ma non è piacevole).

Questo tipo di lavaggio è l'ideale per chi ha i capelli secchi grazie alla presenza del miele, ma ricordiamo che non tutte le persone reagiscono allo stesso modo, quindi è necessario provare e trovare la propria routine personale.

BAGNOSCHIUMA ALL’AVENA

1 CUCCHIAINO DI FARINA D’AVENA

2 CUCHIAINI DI OLIO DI RISO O DI GIRASOLE

20 GOCCE DI olio essenziale di lavanda

Le dosi sono:

Aggiungete lentamente l’olio alla farina, fino a formare un composto omogeneo. Vedrete che assumerà la consistenza del bagnoschiuma.

Alla fine, aggiungete l’o.e. di lavanda (ovviamente, potete scegliere voi la profumazione che più vi aggrada), una ventina di gocce, o a discrezione vostra.

Utilizzatelo sotto la doccia o nella vasca, detergendovi la pelle inumidita. Sciacquate con sola acqua. Ovviamente non fa schiuma, ma deterge e lascia la pelle morbidissima. E, soprattutto, non contiene molecole chimiche o tossiche!

 

BAGNO-DOCCIA SCRUB ALLA CRUSCA

1 CUCCHIAIO DI CRUSCA DI FRUMENTO O D’AVENA (O DI RISO)

4 CUCCHIAINI DI OLIO DI SEMI DI LINO

4 GOCCE DI OLIO ESSENZIALE DI ROSA

 

 

 

DETERGENTE INTIMO ALLA MALVA E CAMOMILLA

Addolcente calmante in caso di rossore e prurito

1)            Si sminuzza finemente la malva e si lascia a bagno in 100ml di acqua fredda per 10 minuti, areidratarsi. Si riscalda il recipiente  a bagnomaria a fuoco moderati, fino a 60° circa, mescolando per qualche minuto  e lasciando poi raffreddare. Si filtra.

2)           Con altri 100 ml di acqua portata a bollore  si prepara un infuso con i fiori di camomilla, mantenendo in infusione per un quarto d’ora. Si filtra e si aggiunge all’acqua di malva e all’amido di riso.

3)           Si utilizza per la detersione dei genitali esterni.

 

DETERGENTE INTIMO AL TEA TREE OIL

Rinfrescante in caso di arrossamento o prurito

1 CUCCHIAIO DI AMIDO DI RISO

4 GOCCE DI TEA TREE OIL

250 ML DI ACQUA

 

LE ERBE LAVANTI

Alcune delle erbette lavanti che abbiamo visto per i capelli sono perfette anche per la pulizia del viso, inoltre ne esistono altre utilizzate principalmente proprio per il viso:

multani mati (Armenian Bole / Fullers Earth) [agente pulente, illumina e ammorbidisce la pelle]

neem [antibatterico, seboregolatore, puó aiutare con i disturbi della pelle]

manjishta (RubiaCordifolia) [uniforma il colorito, stimola la circolazione, astringente]

tulsi (holy Basil, OcimumTenuiflorum) [antibatterico e opacizzante]

rose powder [rinfrescante e lenitivo]

lemonpeelpowder [astringente e seboregolatore]

orangepeelpowder [astringenete e seboregolatore]

 

 

 

 

La hesh produce inoltre mix di erbe per la cura del viso giá pronti:

-              Skin Tone up Powder

Skin Tone Up è formata da un insieme di sostanze curative e condizionanti che aiutano a rimuovere le impurità dalla pelle e restringere i pori, lasciando la pelle liscia, setosa e luminosa e rispettando il film lipidico della cute.

Contiene, inoltre, estratti di sandalo, di rosa e polvere di arancia che proteggono la pelle e veicolano le proprietà delle altre sostanze all'interno della pelle.

INCI: Aloe, Harida, Chandan, Amla, MasurdalPowder, Wala, JasatBhasma, Shalmalikantak, Orange, Rose, Neem, Multani Mati: o Fuller's Earth, un'argilla che dicono avere un forte potere assorbente.

Con un po' d'acqua (si può mescolare anche a del latte) e il risultato è stato ottimo: lascia una sensazione di pelle pulita, fresca e morbida

 

-              Neem Tone è un potente antisettico naturale che cura le allergie della pelle, le eruzioni cutanee e le macchie. Composto dall'estratto concentrato del Neem, questa miscela ayurvedica stimola la pelle, rendendola forte e sana e proteggendola dagli agenti inquinanti esterni. Contiene, inoltre, altre sostanze naturali toniche e curative per la pelle come Tulsi, Orange Peel e altre erbe.

Usato regolarmente aiuta a regolare la secrezione della pelle, mantenendola luminosa e sana.

Unire la polvere all'acqua di rose e massaggiare sulla pelle per facilitare l'assorbimento.

INCI: Amla, Chandan, Haldi, Manjistha, Neem, Rose, Orange, Tulsi, Aloe, JasatBhasma, Shalmalikantak, Masoor, Lodhra, Jyeshtamadh.skin life powder ( contiene: Aloe, Amla, Chandan, Wala, Rose, Haldi, Manjistha, Orange, Tulsi, Lodhar, Shalmalikantak, Multani Mati).

 

-              ROSE

La polvere di Rosa è ottenuta da petali di rose coltivate con cura. Questa polvere è un ingrediente fondamentale in numerosi prodotti per la cura della pelle, dei capelli  e nei profumi grazie alle sue numerose proprietà e al suo delicato e sensuale profumo.   E' efficace per la cura di infezioni e irritazioni.

INCI: Rose PetalPowder (Rosa Alba)

 

- La polvere di Multani Mati, usata per migliaia di anni come prodotto di bellezza, è uno dei detergenti più semplici e naturali per rendere e mantenere la vostra pelle luminosa, pulita e sana.

Questa polvere, ricca di minerali, stimola il flusso sanguigno permettendo di liberare, in profondità, i pori dalle impurità.

E' un vero e proprio trattamento di bellezza detossinante che dona alla pelle un effetto fresco e rinnovato rendendola morbida e soffice al tatto.

Miscelare un cucchiaio di Multani Mati con acqua tiepida (per pelli grasse utilizzare l'acqua, per pelli secche utilizzare il latte), applicate su tutto il viso e lasciare in posa per 20 minuti.

Eliminare delicatamente la maschera con abbondante acqua tiepida.

Una volta rimossi tutti i residui della maschera, effettuare ultimo risciacquo con acqua fredda.

Passate un tonico delicato e applicate una crema idratante.

INCI: Multani Mati (Armenian Bole / Fullers Earth)

-              Skin Life è un mix di elementi ayurvedici essenziali. Skin Life è un nutrimento per la pelle che ha anche proprietà antibatteriche.

E' utile nel trattamento dell'acne e di altre lievi infiammazioni o irritazioni. Protegge la pelle dagli agenti inquinanti esterni e previene la disidratazione e la formazione delle rughe. Migliora la texture della pelle e la mantiene sana e luminosa.

Aggiungere la quantità di polvere necessaria all'acqua (o idrolato) e miscelare. Applicare sul viso e tenere in posa per 20 minuti circa. Risciacquare con acqua tiepida. (A piacere si può aggiungere miele, yogurt e un paio di gocce di olio di jojoba o di argan).

INCI: Aloe, Amla, Chandan, Wala, Rose, Haldi, Manjistha, Orange, Tulsi, Lodhar, Shalmalikantak, Multani, Mati.

 

Bibliografia:  Penazzi G., ( 2006 ), Cosmetici naturali fai da te, ed. Tecniche Nuove.

Detersione naturale.

Oggi siamo abituati a pensare che "il pulito" sia legato principalmente all'azione di tre fattori: la schiuma, il profumo ed il colore. Un sapone verde, blu, bianco con un profumo pungente e che faccia molta schiuma ci da l’idea che ci lavi meglio.

In questo breve articolo cerchiamo di dare semplici spiegazioni e consigli per detergersi senza l’uso della saponetta e senza l’uso di conservanti chimici, e, soprattutto con l’utilizzo di materie prime facilmente reperibili.

Siamo veramente cosi sporchi oggi? La maggioranza di noi, fa una vita sedentaria ( purtroppo ) e la maggior parte dell’anno è coperto dagli abiti e perciò la pelle non è tutta a contatto con gli agenti esterni, a parte le mani ed il volto. Basterebbe infatti la sola acqua a sciogliere lo sporco idrosolubile come il sudore per la detersione quotidiana della pelle del corpo escludendo il viso, le mani e le parti intime. L’odore acre del sudore spesso e volentieri si sviluppa perché la nostra pelle è a contatto con abiti prodotti con tessuti e coloranti non naturali o per cattiva alimentazione/vita non sana ed il conseguente sviluppo di tossine, che nel caso di squilibrio o di un mal funzionamento degli altri organi deputati al loro smaltimento, si accumulano sulla pelle, soprattutto sulle ascelle, e quindi “puzziamo”. Tolte queste cause rimangono giusto i batteri che possono essere eliminati con del succo di limone ( un acido ).

La schiuma solitamente viene prodotta da agenti chimici detti “schiumogeni” che di fatto non hanno particolari proprietà pulenti ma sono sicuramente molto inquinanti. Ciò che pulisce sono i tensioattivi. Ci sono diversi tipi di tensioattivi chimici più o meno nocivi per l’ambiente e la salute ma non ci addentriamo nell’approfondire queste differenze. Semplicemente, in questa sede,  non ci interessa, se non in generale,  poiché la natura ci fornisce valide alternative. Dal punto di vista chimico il tensioattivo, data la sua natura ambivalente – un po’ simile al grasso un po’ simile all’acqua – è in grado di combinarsi nella miscela grasso-sporco ( Penazzi G., 2006 ). Lo sporco si suddivide in sporco idrosolubile, come dice la parola stessa si scioglie con l’acqua, e sporco solido, il più delle volte assimilabile ad un tipo di grasso; l’acqua scioglie lo sporco idrosolubile ed il tensioattivo scioglie il grasso secondo la combinazione grasso-sporco- tensioattivo + risciacquo  ( Penazzi G., 2006 ). L’utilizzo dei detergenti industriali può provocare danni al delicato equilibrio della nostra pelle a causa della presenza di: stabilizzatori di pH, tensioattivi chimici, coloranti e conservanti. Tutte queste sostanze non fanno altro che mettere a rischio le protezioni fisiologiche della nostra pelle: flora microbica e film idroacidolipidico (pH).

Quali sono gli strumenti oggi a nostra disposizione per difenderci da tali attacchi? La condivisione gratuita delle conoscenze e la lettura e l’approfondimento di testi di settore. La prima cosa da fare però è LEGGERE LE ETICHETTE. Sulle etichette sono riportati tutti gli ingredienti in misura decrescente ( dal piu presente al meno presente ) e siglati secondo il CODICE INCI. Il sito web www.biodizionario.it è un ottimo strumento per decifrare questo astruso codice di incompresibilità cosmetica. Il nostro obiettivo sarà comprendere il livello di tossicità di tutti i prodotti che usiamo per le abluzioni quotidiane. E’ evidente che il singolo prodotto non supera la “dose consentita” di ingrediente tossico permesso per legge, ma la somma di tutti gli ingredienti tossici di tutti i prodotti che usiamo giornalmente la supera, ovviamente. Dovremmo porci un’altra domanda? Perché la legge permette la presenza di una dose consentita di ingredienti tossici, anche nei prodotti per neonati – vedi paste all’ossido di zinco in cui vi è la paraffina che è un derivato petrolchimico, quando la ricerca ha già scovato conservanti, coloranti, tensioattivi non nocivi? Senza addentrarci in questioni di merito etico-politico, possiamo risolvere il problema alla radice nell’ottica della decrescita, dell’efficienza e dell’economicità!

La pelle infatti può essere pulita mediante l’utilizzo di farine di cereali di legumi e amidi, capaci anch’esse di emulsionare la miscela grasso-sporco. Rispetto alla saponetta naturale – sale sodico – prodotta con oli vegetali e acqua, ci stiamo addentrando verso un modo ancora più radicale, ma non per questo meno efficace, di lavarsi. La saponetta artigianale è un valida e ottima alternativa ai saponi industriali, ma spesso non è adatta a tutti i tipi di detersione, come il viso, l’igiene intima, la bocca e i capelli. C’è da dire che le farine e gli amidi sono comunque ottime alternative anche per la detersione del corpo.

Quali sono i pro e i contro?

Saponetta

Pro

“Contro”

 

Si mantiene per lunghi anni senza l’uso di conservanti, facilità reperimento materiali

La preparazione richiede un po’ di pratica e degli strumenti

 

Il prodotto una volta pronto dura a lungo e si evitano molti sprechi

La forma liquida richiede un ulteriore passaggio di lavorazione e l’utilizzo di più prodotto ( non abbiamo bisogno del sapone liquido! )

 

Pulisce senza essere aggressiva

Il pH non scende al di sotto di 8, non adatta a tutti i tipi i capelli e per l’igiene intima

Amidi / Farine

Personalizzazione della ricetta a seconda delle esigenze della propria pelle

Richiede l’approfondimento delle proprietà degli ingredienti

 

Estrema facilità nella preparazione

Si mantiene per periodi brevi, a seconda della ricetta, da una settimana ad un mese.

 

Materiali e strumenti facilmenti reperibili

 

 

Quali sono gli ingredienti fondamentali e come usarli rendendoci indipendenti nella creazione di ricette “ Ad- Hoc “. La conservazione dei preparati con a base prodotti vegetali varia molto a seconda della ricetta. In linea generale si può dire che per le emulsioni, i burri e i dentifrici il tempo medio di conservazione varia da due settimane ad un mese. Per i detergenti a base d’acqua la conservazione è di una settimana. Si mantengono più a lungo in frigo. Gli elementi importanti per mantenere il prodotto più a lungo:

1)   Sterilizzazione dei contenitori, degli strumenti e del piano di lavoro : alchol

2)   Contenitori scuri di vetro per la conservazione del prodotto finito

Gli amidi e le farine: queste materie prime sono composte da amido e da una piccola parte di sostanza grassa. Emulsionano bene il grasso e lo sporco.  Le farine di legumi vengono solitamente impiegate per la preparazione di detergenti per i capelli, le farine e gli amidi per l’igiene intima e la detersione del corpo.

Le argille: le argille più utilizzate sono super ventilate ( molto fini ) e vengono usate principalmente nelle maschere per viso e corpo e per i dentifrici e sono l’argilla verde e l’argilla bianca ( caolino ).

Gli Olii Vegetali: faremo una distinzione molto semplifica e intuitiva. Oli pesanti e oli leggeri. Di solito gli oli pesanti hanno una maggiore componente di grassi saturi e viceversa per gli olii leggeri. L’olio di oliva è un olio polinsaturo. Solitamente gli oli leggeri sono ottimi additivi per le creme e hanno una buona carica idratante. Gli oli pesanti sono ottimi qualora si voglia dare “corpo” ad una preparazione, poiché hanno la caratteristica di addensarsi alle basse temperature. L’olio di riso è un ottimo additivo per i capelli, l’olio di mandorle dolci è un ottimo additivo per il corpo.

I burri: i burri si presentano in forma solida, come il burro di cacao ed il burro di karitè. Entrambi hanno proprietà idratanti e nutrienti per la pelle. Vanno sciolti a bagno-maria prima di mescolarli o di emulsionarli. Si utilizzano nelle creme, per la protezione delle labbra, e nei deodoranti.

L’acqua: l’acqua ha un pH neutro equivalente a 7. L’acqua del rubinetto può essere utilizzata solo se bollita ( si sgrossano le presenze batteriche ed evaporano alcune sostanze che possono poi sviluppare altri batteri nelle preparazioni ). Va benissimo l’acqua demineralizzata ( distillata ). In assenza di conservanti qualsiasi preparato vegetale è soggetto ad un deterioramento veloce.

Gli olii essenziali: sono una complessa miscela di sostanze chimiche e per tale motivo vanno usati con cautela. Gli o.e. immagazzinano la massima concentrazione di proprietà della pianta da un lato ed il massimo grado di dispersione di tali proprietà, per questo sono detti “volatili”. Il miglior utilizzo è sul momento. Si consiglia l’utilizzo di contenitori scuri e nessuna esposizione al sole, al calore o alla luce diretta.

Tabella sintetica degli oli essenziali più usati ( Penazzi G., 2006 ),:

Pelle/Cute Grassa: rosmarino, lavanda, mandarino, tea tree

Tossicità gravidanza: rosmarino, salvia

Pelle/cute Secca: geranio, salvia, sandalo

Pelle/cute Sensibile Infiammata: camomilla, mandarino

Proprietà antisettiche: tea tree, eucalipto

I principali additivi naturali: capsule di vit. E e capsule di olio di borragine. Nutrienti per le pelli mature e pelli rovinate.

 

Le ricette.

Igiene intima: detergente a base di amido di riso e olii essenziali per l’igiene quotidiana, sapone artigianale in doccia.

Prodotto da conservare: Ogni 250 ml di acqua distillata tiepida da due a quattro cucchiai di amido di riso ed un massimo di quattro gocce di oli essenziali ( due di lavanda e due di tea tree ). Si mantiene massimo una settimana e va agitato prima dell’uso.

Prodotto pronto all’uso: riempire il bidet d’acqua tiepida e aggiungere qualche cucchiaiata di amido di riso, sciogliere l’amido e aggiungere un massimo di 4 gocce di oli essenziali ( considerate la maggiore quantità d’acqua e la volatilità).

Igiene del viso: argilla e olii vegetali. Sciogliere in mezzo bicchiere d’acqua distillata, un cucchiaio di argilla bianca ( se la pelle è molto secca dimezzare ), un cucchiaio di olio leggero ( dimezzare se la pelle è grassa ) e aggiungere a piacere gli oli essenziali più adatti nell’ordine di una o due gocce al massimo.

Questo preparato si può conservare per una settimana in un recipiente scuro e lontano dai raggi solari. Da usare come latte detergente. Risciacquare.

Detergente per il corpo: radice saponaria. Il mondo vegetale offre dei tensioattivi naturali che hanno una struttura simile a quella dei tensioattivi chimici e sono le SAPONINE. Le saponine sono contenute ad esempio all’interno delle noci del sapone ( un frutto ) e della radice saponaria.

Decotto di noci del sapone: mettete tra quattro noci del sapone in una tazza e mezza di acqua del rubinetto, portare ad ebollizione e far sobbollire per qualche minuto. Lasciare in macerazione qualche ora. Filtrare. Avrete come risultato dell’acqua saponata ottima come lucidante per capelli o per il corpo.

Frullato di radice saponaria: Adulto con tutte le tipologie di pelle

1 cucchiaio di saponaria (farina della radice)

1 bicchiere d’acqua

avena (lenitiva), miglio, mandorle, ceci  (ha un odore che può risultare sgradevole, é molto utilizzata anche per il cuoio capelluto);

Come utilizzare le farine: In una ciotola preparate una pappetta con 1 cucchiaio di farina e acqua quanto basta per ottenere una pappetta morbida da applicare sulla pelle del viso bagnata, massaggiate la pappetta e risciacquate con acqua.

Alla pappetta si posso aggiungere un sacco di ingredienti, ad esempio il miele che rende la pappetta piú spalmabile ed é lenitivo, o al posto dell'acqua si possono usare idrolati (anche se per me sarebbe uno spreco visto che si sciacqua via, meglio un infuso di camomilla, the verde o quello che avete in casa), si possono miscelare varie farine per creare un mix personalizzato, si possono aggiungere argille o polvere di petali di rosa o di buccia di limone, infine si possono aggiungere pochissime gocce di olii essenziali specifici per la propria pelle.

Pulizia dei capelli: farina di ceci, acqua distillata calda ( o infuso/te – il te ha proprietà sgrassanti come l’infuso di rosmarino ), aggiunta di oli essenziali.

Ogni bicchiere di acqua tiepida da due a quattro cucchiai di farina di ceci setacciata ( aggiungete altra farina se volete il composto piu denso ). Con 250 ml di prodotto farete circa due lavaggi. Si conserva per una settimana. Mescolate bene e alla fine aggiungete gli olii essenziale, per un massimo di quattro gocce per ogni 250 ml. Per i capelli particolarmente secchi si può aggiungere un cucchiaino di olio di riso per ogni 250 ml ( ognuno può personalizzare le quantità  seconda del tipo di cute/capello ). Lasciare il prodotto per qualche minuto e risciacquare molto bene al fine di aumentare l’azione pulente della farina di ceci. I risultati di questo metodo per detergere i capelli si hanno dopo qualche lavaggio, all’inizio può sembrare che pulisca o molto bene o molto male, a seconda dello stato del capello e della cute in cui ogni persona si trova. Nell’arco di due settimana un mese il corpo riequilibria il rapporto tra flora microbica,  film idroacidolipidico e sebo, in assenza di altri squilibri interni che si manifestano mediante la cute ( es. forfora, sebo in eccesso e secchezza in eccesso, prurito ecc. ).

Dentifricio: acqua distillata e argilla bianca secondo un rapporto variabile a seconda della consistenza della pasta che preferiamo. Da tenere presente che l’argilla assorbe molta acqua e rispetto alla quantità in polvere iniziale il composto acqua – argilla si riduce nel volume. A questa pasta aggiungete un pizzico di sale ( in base alla quantità ) poco per volta, affinchè il composto non sia salato fate delle prove. Alla fine aggiungete 10 gocce di oli essenziale per ogni 80gr di prodotto finito ( un vasetto omogeneizzato ). 2 gt di o.e. di lavanda, 3 gt. di o.e. di Tea tree, 2 gt. di o.e. di rosmarino, 2 gt. di o.e. di salvia, 1 gt. di o.e. di basilico.

Coprire il vasetto con della carta stagnola per proteggerlo dalla luce e dal sole. Si conserva per due tre settimane.

Bibliografia

Penazzi G., ( 2006 ), Cosmetici naturali fai da te, ed. Tecniche Nuove.

Garzena P., Tadiello M., 2009, Il tuo sapone naturale, ed. FAG, collana Natural Life Style.

 

La Saponeria Popolare Ex Lavanderia, insieme al

Movimento per la Decrescita Felice dei Castelli Romani vi invita al Saponetta Day!

 

2 Dicembre. Saponetta Day. Giornata di autoproduzioni organizzata n collaborazione con il Movimento per la Decrescita Felice dei Castelli Romani,  di seguito il programma della giornata che si svolgerà ad Albano Laziale ( la giornata prevede una quota di partecipazione di 8 euro, o di 14 euro che include il pranzo ( il ricavato andrà a sostegno delle spese per i materiali e dei progetti ) - ASSOLUTAMENTE NECESSARIA la prenotazione entro e non oltre le ore 15 di giovedì 29 Novembre.

 

Saponetta Day

2 dicembre 2012

Chiesa (sconsacrata) Santa Maria delle Grazie – Albano Laziale

 

Il Movimento per la Decrescita Felice dei Castelli Romani da tempo pensava ad una iniziativa simile. Durante questo primo anno di attività abbiamo acquisito numerose competenze di autoproduzione e svolto tantissimi laboratori sia nei Castelli Romani che nella capitale. La nostra filosofia è quella della ricerca, della sperimentazione e della condivisione. Abbiamo iniziato da semplici saponette, quasi per gioco, ed abbiamo scoperto che la qualità era enormemente superiore rispetto a quelle commerciali, il costo ed il tempo impiegato ridottissimi, la nostra salute ne guadagnava in quanto tutti ingredienti naturali, e la nostra amica (Terra) Gaia ci ringraziava per aver evitato trasporti di migliaia di Km e tanti inutili imballaggi.

Abbiamo così tra le tante, intrapreso una strada che ci portasse ad eliminare il più possibile quanto c'è di chimico industriale nelle nostre case. Ci siamo posti l'obiettivo di avere a disposizione una manciata di prodotti totalmente naturali in grado di sostituire con efficacia le decine e decine di bottigliette, flaconi e contenitori che prendiamo al supermercato e che contengono spesso sostanze altamente tossiche sia per noi che per l'ambiente. La nostra sperimentazione, insieme alla collaborazione con altre realtà del territorio anch'esse con grandi competenze di questo tipo ha permesso uno scambio di conoscenza e quindi la realizzazione di questa giornata “saponaria” :-)

Ringraziamo in particolare i ragazzi della Saponeria Popolare Ass. Ex Lavanderia e del Movimento per la Decrescita Felice di Roma che ci aiuteranno nelle attività della giornata. Davvero una bellissima unione di intenti e conoscenze :-)

Qui potete trovare il programma, non ancora definitivo, ma che comunque rende già bene l'idea di cosa potrete aspettarvi. Vi comunicheremo anche tutto il materiale di cui avrete bisogno per fare i laboratori.

L'obiettivo è quello di farvi ritornare a casa con alcuni prodotti da provare ma soprattutto con le competenze necessarie a poter replicare il tutto a casa vostra... e perché no... divulgare a vostra volta con passaparola o altre giornate come questa.

Di ogni ricetta vi daremo tutto il materiale sia online che (se preferite) cartaceo. Dotatevi se volete comunque di quaderno per gli appunti.

 

** PROGRAMMA (DEFINITIVO) *** =======================

9.30 – 12.00: TEORIA E DIMOSTRAZIONI

* Introduzione alla giornata

* Breve lezione teorica sulla saponificazione, sostanze acide e caustiche

* Preparazione della LISCIVA a caldo e spiegazione del metodo a freddo

* Dimostrazione autoproduzione DENTIFRICIO

* Dimostrazione autoproduzione DETERGENTE PER SANITARI

* Dimostrazione autoproduzione DEODORANTE

* Dimostrazione autoproduzione SHAMPOO E GEL PER CAPELLI

* Dimostrazione autoproduzione ANTIMUFFA

* Dimostrazione autoproduzione BOMBE FRIZZANTI PER BAGNO

* Breve lezione all'uso domestico di bicarbonato di sodio, soda, aceto, acido citrico, alcol etilico, acqua ossigenata.

12.30 – 13.30: PRANZO VEGETARIANO Tutti gli alimenti saranno coltivati direttamente da noi o acquistati da produttori di nostra conoscenza che non fanno uso di pesticidi o trattamenti in generale. Ci sarà da mangiare sia per vegetariani che per vegan! Faremo una zuppa di legumi con crostini e pane a lievitazione naturale, salse per l'aperitivo, frittate con verdure di stagione e dolci. In più saremo dotati di stoviglie complete riusabili per 60 persone, per cui NESSUN RIFIUTO VERRA' PRODOTTO. Con noi le discariche NON CI LUCRANO! :-)

14.00 – 18.00: LABORATORI PRATICI

* SAPONETTE ALL'OLIO D'OLIVA * SAPONE LIQUIDO PER MANI E VISO

* DETERSIVO PER STOVIGLIE

* SAPONE LIQUIDO PER LAVATRICE * LISCIVA (deposito e recupero)

========================

Visto l'impegno organizzativo che richiede una giornata simile è ASSOLUTAMENTE NECESSARIA la prenotazione entro e non oltre le ore 15 di giovedì 29 novembre, prenotazioni successive saranno accettate solo se gli ingredienti acquistati saranno ritenuti sufficienti. Anche per il pranzo è necessaria la prenotazione. Per farlo potete inviarci una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. riportando: - nominativi COMPLETI dei partecipanti - per ogni partecipante specificare se intende pranzare con noi oppure no Il costo dell'intera giornata è di 8 euro, mentre con pranzo compreso 14 euro. Per svolgere i laboratori ognuno dovrà portare i seguenti materiali: - Un pentolino piccolo e un pentolino di media grandezza in acciaio - Cucchiaio in acciaio - Contenitore di plastica (tipo vaschetta del gelato) - Contenitore piccolo in acciaio, ceramica o vetro - Formine (o contenitori) in cui formare le saponette (ad esempio formine di silicone o coppette del gelato) - Barattolino di vetro con tappo (per riportare il detersivo per piatti a casa) - 3 bottigliette di plastica da 0.5 litri con tappo (per riportare i saponi liquidi e la lisciva a casa) Nota: vista la delicatezza delle operazioni che svolgeremo purtroppo non potremo accettare la presenza di bambini, ci scusiamo di questo disagio ma è necessario. Faremo comunque, come già fatto in passato, laboratori più piccoli e mirati in cui anche i nostri marmocchi potranno imparare a decrescere con i loro genitori :-) Via i prodotti industriali dalle nostre case!! Che l'Evoluzione Silenziosa abbia inizio!!! Vi aspettiamo MDF Castelli Romani Gruppo FB: https://www.facebook.com/groups/mdfcastelliromani/ INDICAZIONI: Arrivate ad Albano Laziale e chiedete del Murialdo (scuola di musica in Via Murialdo adiacente la chiesa dove si terrà l'iniziativa). Inserendo queste coordinate su Google maps vedrete il punto preciso ("41.732015, 12.659049").

La saponeria riapre i battenti dopo la pausa estiva!
Sabato 29 Settembre,dalle 1530 alle 1730 ci sarà il laboratorio di base sul sapone solido, dalle 1730 alle 1830 invitiamo tutti gli interessati a venire e portare il sapone fatto in casa e non solo, e anche dubbi, curiosità, ricette, e quant'altro da discutere tutti insieme. Il laboratorio è offerta libera e volontaria. Potete donare anche ingredienti, come olio di oliva, soda caustica. Grazie.

 

FB: Laboratorio di base sul sapone solido e confronto sulle cose fatte da voi!

Comitato cittadino

per l'uso pubblico, culturale e legale del S. M. della Pietà.

https://santamariadellapieta.org/

Sportello Banca del tempo

Caffetteria Tatawelo

Sportello Spazio Donna

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter