Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia,

Read more ...

Accademia Popolare del Sapone

logo

Hai mai fatto caso a quanti saponi, shampoo, detersivi e via lavando ci sono in casa tua?

Hai mai pensato che tutto quello che ti   serve per  pulire bene te stesso/a e la tua   casa puoi produrtelo da solo velocemente e spendendo poco? Se sei curioso  continua a leggere, se pensi che non sia   possibile, il primo supermercato è qui  vicino,  ma sappi che ti sbagli!

***

"Sventuratamente, i governi paternalistici hanno lasciato marcire le masse popolari in una così profonda ignoranza, che sarà necessario fondare delle scuole non solamente per i figli del popolo, ma per il popolo stesso. Da queste scuole dovranno essere assolutamente bandite le più piccole applicazioni o manifestazioni del principio di autorità. Non saranno più scuole, saranno accademie popolari in cui non ci sarà più questione né di scolari, né di maestri, dove il popolo verrà liberamente a prendere, se lo trova necessario, un insegnamento libero, e nelle quali, ricco della sua esperienza, potrà insegnare, a sua volta, molte cose ai professori che gli apportano cognizioni che egli non ha. Questo sarà dunque un insegnamento scambievole, un atto di fraternità intellettuale tra la gioventù istruita e il popolo."

Mikhail Bakunin, [1870], citato in Colin Ward, L'anarchia. Un approccio essenziale, Eléuthera, 2008 [2004]

CONTATTACI:

Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Facebook: Accademia Popolare del Sapone

Ecco un sapone che sostituisce bene il detersivo per i panni, è biodegradabile e pulisce molto bene.

Ingredientisaponescaglie

Olio di oliva           gr 400

Olio di cocco        gr 100

Acqua                   gr 150

Soda caustica       gr 73

O.e Lavanda         30 gocce

 

L'olio di cocco produce molta schiuma, e aiuta il sapone a distribuirsi sui panni. L'olio di oliva in questo caso può essere anche riciclato dalla frittura. Io uso olio di oliva per friggere perchè regge meglio il calore senza decomporsi, lo uso anche un paio di volte, poi lo filtro e lo conservo per fare il sapone. E' un ottimo modo per smaltire l'olio senza buttarlo nel lavandino o nel water dove va ad inquinare:

 

L’olio da cucina esausto è un rifiuto che, se disperso nell’ambiente, comporta gravi danni:

- nel sottosuolo forma uno strato sottile attorno alle particelle di terra e impedisce alle piante l’assunzione delle sostanze nutritive;

- versato in acqua, un solo litro d'olio è capace di formare una pellicola inquinante grande quanto un campo da calcio riducendone pericolosamente l'ossigenazione e di rendere non potabile un milione di litri d'acqua (più o meno il consumo di acqua di un individuo per ben 14 anni).

- in mare forma un velo sottilissimo che impedisce la penetrazione in profondità dei raggi solari con gravi conseguenze per l’ambiente marino.

http://www.casentinoservizi.it/index.php?option=com_content&view=article&id=25&Itemid=23

 

Una volta pronto il sapone si mette a stagionare per almeno un mese (di più è meglio) dopodichè si può macinare con una grattugia a buchi piccoli e ridurre in scagliette, le più piccole che potete, se il sapone è ancora troppo morbido aspettate ancora un po' prima di macinarlo, quando è più duro è più semplice. Infine si mescola il sapone (gr 500) con 200 gr di soda da bucato (il carbonato di sodio o soda Solvay, non la soda caustica!!!!) e 100 gr di bicarbonato.

Potete usare questa miscela sia nel cestello della lavatrice che nella pallina. Nella vaschetta dell'ammorbidente potete mettere dell'aceto bianco che aiuta a tenere la lavatrice pulita dal calcare, scioglie i residui del sapone sui panni e si può profumare con alcune gocce di olio essenziale che vi piace.

Un suggerimento, non grattugiate tutto il sapone, lasciatene un pezzo intero così potrete usarlo per pretrattare le macchie particolarmente ostiche prima di mettere i panni in lavatrice.

Ingredienti: olio di sansa di oliva, olio di germe di grano, succo di carota ( puro ), soda caustica,  olio essenziale di salvia, olio essenziale di menta.

Coefficienti di Saponificazione per:

olio di oliva = 0.134

olio di germe di grano = 0,131

Quantità:

Olio di Oliva = 500 gr

Olio di Germe di grano = 200 gr

Succo di carota = (500+200) x 0,3 = 210

Soda Caustica = ( 500x0,134) + ( 200 x 0,131 ) = 67 + 26,2 = 93,2

Sconto della soda 5% = 93,2 x 0,95 = 88.54

Al nastro: 10 ml o.e. di Salvia, 10 ml o.e. di Menta+ un cucchiaino raso di amido di mais ( fissante naturale ).

N.B. Il succo di carota si trova al Natura Sì oppure lo potete fare con la centrifuga basta passarlo piu volte per eliminare le impurità. Quello comprato deve essere puro, senza zuccheri aggiunti. Quello con una piccola percentuale di succo di limone a benissimo.

Questo è il sapone più semplice da realizzare, l'olio di oliva è l'unico che si può utilizzare da solo in una ricetta di sapone, ma il sapone fatto così è assolutamente pregiato, perchè l'olio d'oliva ha delle ottime proprietà per la pelle. E' ottimo come saponetta per le mani e per il corpo, anche se poco schiumoso.

Se ci riuscite non usate l'extravergine ma riciclate dell'olio di scarto (ad esempio quello che rimane sul fondo dei bidoni, la morchia, oppure l'olio di sansa) così sarà un vero sapone decrescita! I frantoi spesso hanno questi materiali di scarto.

 

Olio di oliva gr 500

soda gr 67

Acqua gr 150

Comitato cittadino

per l'uso pubblico, culturale e legale del S. M. della Pietà.

https://santamariadellapieta.org/

Sportello Banca del tempo

Caffetteria Tatawelo

Sportello Spazio Donna

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter