Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

franco_basaglia"...la cosa importante è che abbiamo dimostrato che l'impossibile diventa possibile.

Dieci, quindici, vent'anni fa era impensabile che un manicomio potesse essere distrutto. Magari i manicomi torneranno a essere chiusi e più chiusi di prima, io non lo so,

Read more ...

Accademia Popolare del Sapone

logo

Hai mai fatto caso a quanti saponi, shampoo, detersivi e via lavando ci sono in casa tua?

Hai mai pensato che tutto quello che ti   serve per  pulire bene te stesso/a e la tua   casa puoi produrtelo da solo velocemente e spendendo poco? Se sei curioso  continua a leggere, se pensi che non sia   possibile, il primo supermercato è qui  vicino,  ma sappi che ti sbagli!

***

"Sventuratamente, i governi paternalistici hanno lasciato marcire le masse popolari in una così profonda ignoranza, che sarà necessario fondare delle scuole non solamente per i figli del popolo, ma per il popolo stesso. Da queste scuole dovranno essere assolutamente bandite le più piccole applicazioni o manifestazioni del principio di autorità. Non saranno più scuole, saranno accademie popolari in cui non ci sarà più questione né di scolari, né di maestri, dove il popolo verrà liberamente a prendere, se lo trova necessario, un insegnamento libero, e nelle quali, ricco della sua esperienza, potrà insegnare, a sua volta, molte cose ai professori che gli apportano cognizioni che egli non ha. Questo sarà dunque un insegnamento scambievole, un atto di fraternità intellettuale tra la gioventù istruita e il popolo."

Mikhail Bakunin, [1870], citato in Colin Ward, L'anarchia. Un approccio essenziale, Eléuthera, 2008 [2004]

CONTATTACI:

Mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Facebook: Accademia Popolare del Sapone

La Saponeria Popolare ha come obiettivo quello della diffusione gratuita e della mutua condivisione del saper fare e delle conoscenze in materia di autoproduzione. Invitiamo i partecipanti ai nostri laboratori oltre che a praticare l'arte saponaria a diffonderla nuovamente a casa propria con gli amic* oppure mettendo su un laboratorio di autoproduzione all'interno di realtà sociali che hanno a disposizione uno spazio.

1. Lo spirito

Oggi più che mai è necessario trovare delle forme di autogestione delle risorse per promuovere una riappropriazione dei mezzi e delle conoscenze da parte dei cittadini al fine di creare uno o tanti collettivi di persone capaci di porre le basi per un cambiamento mutuamente condiviso, senza delegare a nessuno, se non a noi stessi, il nostro futuro mondo migliore. Il progresso, in passato tanto agognato, ha alienato l'individuo invece di capacitarlo rendendolo schiavo dei bisogni indotti dal mercato. Il mercato avrebbe dovuto avere la funzione di un giusto intermediario e di promotore di uno scambio che valorizzi il lavoro, la diffusione della conoscenza e non il profitto, la finanziarizzazione dell'economia e la privatizzazione delle risorse. La nostra profonda delusione verso questo strumento, ci fa ritenere importante e fondamentale che le nostre relazioni non siano necessariamente mediate dal denaro bensì dallo scambio di conoscenze e dalla reciprocità così da valorizzare il nostro lavoro. Se vogliamo costruire una società che non sia basata sullo sfruttamento del lavoro e del lavoratore è necessario riappropriarsi del valore del lavoro e del suo significato all'interno della collettività. Questo significherà fare uno sforzo e offrire il proprio tempo in cambio di qualcosa, a nostro parere, difficile da monetizzare: il sapere. Lo scambio di conoscenze e di abilità per noi è un primo passo verso un processo di valorizzazione dell'individuo e delle sue capacità. Non facciamo del volontariato, lavoriamo per ricostruire la società partendo dalla condivisione delle abilità.

2. Gli Obiettivi

L'obiettivo fondamentale è quello di capacitare l'individuo e trasformarlo in maestro, rendendolo e rendendoci il più possibile indipendenti dal mercato, con l'obiettivo di ritrovare un equilibrio concreto nel dare-avere.
Non cerchiamo una risposta o una soluzione, ne abbiamo in mente un modello utopico verso il quale dirigerci. Le cose cambiano quando cambiamo il modo vederle ed interpretarle. Cerchiamo di costruire insieme un'utopia partendo dal basso e dalle piccole realtà e associazioni di persone. Per questo è importante la partecipazione di tutti e tutte al fine di evitare una qualsiasi forma di imposizione."

Rifiutiamo ogni forma di autorità nell'insegnamento mediante una mutua trasmissione del sapere.
Rifiutiamo ogni forma di gerarchica nell'organizzazione preferendo a questa il metodo decisionale basato sul consenso e sulla convivialità.
Rifiutiamo ogni forma di specializzazione della conoscenza poiché la vita non si trasformi in una grande catena di montaggio.

3. Gli Strumenti

- una stanza ( o due stanze ) abbastanza grande per la produzione e la stagionatura

- un lavello

- un tavolo

- un doppia piastra elettrica portatile

- un armadio ( dove riporre i materiali ed il sapone a riposare prima di essere sformato

- una libreria in legno ( dove stagionare il sapone )

- una bilancia elettronica ( al grammo e fino a 5 chili almen )

- due termometri 100 °C

- Pentole in acciaio inox e pentolini per infusioni

- Guanti, mascherine, occhialetti, passino, imbuto, carta da forno

- Contenitori in plastica (riciclati - gelato/vasetti yogurt ), legno ( scatole del vino o dove si mette il prosciutto per essere affettato )

- Gli ingredienti

....volgia di fare e condividere!

4. Cosa fare del sapone prodotto durante i laboraotori?

Il sapone autoprodotto non è destinato alla vendita. Può essere distribuito ad offerta libera o regalato ai partecipanti/gestori. Meglio ancora è rendere la propria realtà autosufficiente dall'uso e consumo dei saponi e detersivi industriali.

 

5. I manuali da tenere in laboratorio:

LA Bibbia del Sapone: "Il tuo sapone naturale / Metodi, Ingredienti e Ricette", Patrizia Garzena e Marina Tadiello, ed. FAG, collana Natural Life Style 2009

Saponi e Detersivi Naturali, come farli in casa usando olio, cenere e lisciva, Liliana Paoletti,Ed. Il Filo verde di Arianna, 2012

Salve a tutt*! Comunichiamo che il laboratorio del sapone domenica 24 è annullato perchè tutti i progetti della Ex Lavanderia partecipano alla pulizia del Parco del Santa Maria della Pietà. Invitiamo tutt* a darci una mano! Il laboratorio è reinviato a domenica 1 luglio.

Domenica 1 Luglio faremo un laboratorio su come autoprodurre il sapone solido e lo shampoo liquido vegetale dalle 1530 alle 19.00. Il laboratorio è a offerta libera e volontaria. A presto!

Evento FB: Laboratorio Sapone Solido e Shampoo Liquido

EVENTO ORGANIZZATO ALL'INTERNO DELL'INIZIATIVA ROMA SKILL SHARE!

http://www.romaskillshare.org/


via del porto fluviale 12 / metro piramide.
**********

DOMENICA 13 MAGGIO DALLE 12.15 ALLE 13.45 / CORTILE

Soap Opera – farsi il sapone!

INFO FACILITATORE
L'Accademia popolare del sapone opera ormai da quasi un anno nei locali dell'ex-lavanderia, ha come obietivo quello di condivedere gra
tuitamente le conoscenze relative alla fabbricazione casalinga del sapone, per potersi produrre da sè un prodotto ecologico, non inquinante, naturale, e non foraggiare multinazionali.

DESCRIZIONE:
L'obiettivo finale è realizzare un blocco di sapone naturale che avrà bisogno di stagionare, e quindi dovrà rimanere nel posto dove si farà per almeno 3 giorni.Nessuna abilità richiesta. Useremo soda caustica che può essere irritante. Non possono partecipare bambini al di sotto dei 14 anni.

MATERIALI:
Olio di oliva di scarto ( O sansa ecc), stampi di riciclo (vasetti yogurt e simili).

 

fb: SOAP OPERA

Domenica 06-05-2012 dalle 16.00 alle 18.00 potrete praticare quanto imparato.

Prenotatevi alla mail
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Vi ricordiamo che l'Acc.Pop. del Sapone partecipera al Roma Skill Share 2012 con il progetto

SOAP OPERA

http://www.romaskillshare.org/
http://www.romaskillshare.org/2012/05/13/soap-opera-farsi-il-sapone/

 

L'AZIONE DEL SAPONE SULLO SPORCO

Lo sporco è grasso e non si scioglie in acqua perciò ci laviamo usando acqua e sapone. La parte idrofoba della molecola di sapone si lega allo sporco mentre quella idrofila resta rivolta all'esterno. Lo sporco viene così completamente circondato dalle parti idrofile e può essere lavato via dall'acqua.
(Il sapone aumenta la bagnabilità fra l’acqua e i tessuti che devono essere lavati)

 

tensioattivi

Fasi dell’azione del sapone sullo sporco:
confronto fra immagine reale ingrandita e rappresentazione grafica dell’azione delle molecole di sapone sul grasso.
(foto tratte sito in tedesco su "Saponi e Detersivi" - Seifen und Waschmittel: http://www.uni-essen.de/chemiedidaktik/S+WM/Index/Index.htm)

1

magistrale documento tratto dal sito:
unife.it/progetti/matematicainsieme

Comitato cittadino

per l'uso pubblico, culturale e legale del S. M. della Pietà.

https://santamariadellapieta.org/

Sportello Banca del tempo

Caffetteria Tatawelo

Sportello Spazio Donna

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter