Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

sepulvedaMi considero un sognatore, ho pagato un prezzo abbastanza alto per i miei sogni, ma sono così belli, così pieni e intensi, che ogni volta tornerei da capo a pagarlo.

Read more ...

Appuntamenti fuori

Cosa accade fuori il Santa Maria della Pietà

L'11 Giugno alle 18 DeLiberiamo Roma convoca il Consiglio Popolare in Piazza del Campidoglio. Questa è l'unica strada per uscire dalla melma di mafia capitale che oggi con un nuovo schifoso capitolo, coinvolge in pieno il Consiglio comunale.
Lo stesso Consiglio Comunale che non ha mai voluto prendere seriamente in considerazione le proposte avanzate da 32.000 cittadini con le 4 delibere di iniziativa popolare per un nuovo modello di città, è pesantemente inquinato da infiltrazioni mafiose.

C'è un rapporto tra questi due fatti che non può essere ignorato. Non stupisce che Mirko Coratti, Pd, ex presidente dell'Assemblea Capitolina a libro paga di Buzzi, ignori il regolamento del consiglio per quattro mesi di seguito, negando la convocazione sulle iniziative popolari. Non stupisce che Daniele Ozzimo, Pd, presidente di commissione che si faceva dettare gli emendamenti da Mafia Capitale si rifiuti di convocare la sua commissione per esaminare le proposte di gestione sociale, pubblica e trasparente del patrimonio. Ma si è andati oltre: è l'insieme del Consiglio che ha ignorato sinora le proposte popolari.

All'indomani del primo emergere di Mafia Capitale avevamo fatto un appello al Consiglio Comunale: cambiare passo e ripartire dalla partecipazione e dal controllo popolare per debellare il malaffare da Campidoglio, convinti come siamo che solo la ricostruzione di un legame saldo della politica con la parte migliore della cittadinanza attiva della città, e con i bisogni dei cittadini, può permettere di rompere i mille legami con gli affari e con la mafia consolidatisi in decenni. La pulizia non si può fare "in casa", ma richiede di aprire le finestre per fare entrare aria nuova in Campidoglio. Ma non siamo stati ascoltati.

Da mesi il coordinamento "spiazziamoli", e noi con loro, chiede un consiglio comunale aperto alla cittadinanza per discutere, in pubblico e con i cittadini, sulle radici di Mafia Capitale. Ma neanche questo è stato fatto.
Mafia Capitale non è un problema di "mele marce" di questa o quella organizzazione politica. Mafia Capitale è un sistema trasversale che, tramite le privatizzazioni dei servizi,la gestione opaca degli appalti pubblici, la gestione emergenziale delle sofferenze sociali a cui i soggetti deboli sono condannati dalle politiche di austerity, inchioda alle proprie responsabilità un'intera classe dirigente (politici corrotti, imprenditoria privata, malavita organizzata). Non possiamo però permettere che Mafia Capitale sia discussa solo nelle sedi giudiziarie ma bisogna ridare voce e spazio ai cittadini di Roma.

Rilanciamo quindi l'appello a ritrovarsi tutti in piazza del Campidoglio l'11 giugno, anniversario del referendum sull'acqua, per tenere un "Consiglio popolare" antimafia. Simuleremo cosa potrebbe essere un consiglio comunale che si occupi veramente della città, con le proposte dei movimenti, dei comitati, dei cittadini e votando le proposte di nuovo modello di città che vengono dalla cittadinanza attiva.

5/6/2015
rete sociale deLiberiamo Roma

Venerdì 3 ottobre 2014, ore 15.00 Sala della Protomoteca

Nella nostra città potrebbero esserci più scuole pubbliche, più servizi sociali, più case popolari, più centri culturali, maggiori possibilità di lavoro. L'acqua potrebbe essere un diritto e non una merce.

Si potrebbe curare la manutenzione di piazze, strade e parchi, risanare il degrado e l’abbandono nei quartieri, affidando il recupero a gruppi di cittadini. Le aziende comunali, le caserme vuote, gli ospedali dismessi, le terre incolte, i teatri chiusi potrebbero diventare occasione di lavoro ed essere gestiti come beni comuni da noi utenti, e non destinati a essere privatizzati e venduti offrendoli alla speculazione finanziaria e immobiliare. Roma potrebbe essere una città più attenta ai bisogni delle persone, che agli interessi di pochi.

Non è fantascienza: abbiamo proposte concrete per riuscirci e per invertire la rotta di un "Salva Roma" che propone la svendita di beni e servizi pubblici come unica soluzione.

Read more: deLiberiamo Roma torna in Campidoglio

E' IN ARRIVO L'UNIVERSITA' POPOLARE DI ATTAC ROMA!
                 
"Roma città aperta? - per rompere le differenti segregazioni" da ottobre a dicembre 2014 sei incontri sulla nostra città. Vogliamo fare uno sforzo collettivo per capire lo stato attuale di Roma, spiegarcela e renderla accessibile ai suoi abitanti.
Vogliamo far emergere la visione di Roma secondo il concetto delle "segregazioni", per contribuire a decostruire l'immaginario conosciuto e artificialmente applicato a Roma Capitale, per evidenziare le tante esperienze dal basso, che ne costituiscono la carne viva e che ne designano la possibilità di un futuro, per fornire consapevolezza sui nessi profondi che legano le rivendicazioni sociali verso un altro modello di città.
Attraverso la comprensione delle sue dinamiche proveremo a proporre delle alternative per il suo futuro, che mettano i beni comuni al centro dell'’attività pubblica e della partecipazione popolare.
                
Ci accompagneranno in questo viaggio persone che per storia, cultura ed esperienza conoscono la città, le trasformazioni che ha attraversato e il bivio in cui è immersa nel presente.

Tutti gli incontri si svolgono presso salone Comunità di Base S.Paolo Via Ostiense 152/B -Roma
                
 Primo incontro:  venerdì 10 ottobre 2014 ore 18 “Roma, città al maschile – la segregazione di genere” interventi di M. Immacolata Macioti e Silvia Macchi

La quota d'iscrizione è di 12 euro (minima per un ciclo di 6 lezioni).

Vi Aspettiamo  
                
Invita i tuoi contatti al corso su facebook
               

Venerdì 11 Aprile 2014 alle ore 21:00
al CIRCOLO ARCOBALENO (Via Pullino 1-Garbatella)

un film di Enrico Pitzianti
presentato dall'autore
a seguire “ANEDDOTI SIMPATICI DAL MANICOMIO” raccontati da Adriano Pallotta (ex infermiere del Santa Maria della Pietà) con la partecipazione del poeta Alberto Paolini (ex prigioniero del manicomio).

Lo spettacolo è inserito nella campagna per la riqualificazione dell'ex manicomio di Roma, un parco di 130 ettari con 34 padiglioni capace di ospitare (...o meglio recludere) 2.200 "malati" controllati da un esercito di 800 infermieri, 200 assistenti, 50 medici oggi nel degrado più sconcertante e a rischio di un futuro oscuro, forse la privatizzazione.
Durante la serata si raccoglieranno firme per la legge regionale di iniziativa popolare di recupero dell'area e delle strutture.

Contributo soci: 5 € (film e bevanda inclusa)
(con tessera ARCI 2014: chi non ce l'ha può farla all'Arcobaleno con 7 €)
INFO E PRENOTAZIONI: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
www.arciarcobaleno.it - www.exlavanderia.it

Dal 9 al 13 Aprile 2014
presso la sede del Teatro Patologico, in Via Cassia 472 – Roma.

Evento unico al mondo

V Festival Internazionale del Cinema Patologico
a cura di D. D’Ambrosi

l V Festival Internazionale del Cinema Patologico (9-13 aprile 2014), è l’unico e primo Festival al mondo composto da una giuria di disabili psichici che si mette alla prova come un’équipe di valutazione, adottando parametri e criteri lontani dai canoni comuni per assegnare i premi per il Miglior film, la Miglior regia, il Miglior attore protagonista, la Miglior attrice protagonista.

... continua qui ...

Promo video su Facebook

A sostegno del festival si terrà una "Pedalata patologica!"

Domenica 23 Marzo 2014 alle ore 18.30
al Circolo Arcobaleno - Via Pullino, 1

Proiezione del film "L'uomo Gallo" con la presenza del regista Dario D'Ambrosi. A seguire, concerto del pianista (compositore della colonna sonora del film) Francesco Santalucia.

“Un film di denuncia e di poesia sulla condizione di un bambino in un ospedale psichiatrico, tratto da una storia vera.”

Page 1 of 2

Orario apertura attività

-Ufficio-
Lunedì,  Giovedì e Venerdì dalle 15:00 alle 19:00
Tel.: 3914963020
-Caffetteria Tatawelo-
Lunedì - Venerdì dalle 8:30 alle 17:30
Sabato dalle 10:00 alle 17:30
-Banca del tempo-
Martedì e mercoledì dalle 10.00 alle 12.00
-Ciclofficina Popolare-
Sabato dalle 10:00 alle 14:00
-Danze Popolari-
Sabato dalle 16:00 alle 18:00
Domenica dalle 10:00 alle 12:00
-Hata e Vinyasa Yoga-
Martedì dalle 17:30 alle 18:30
Sabato dalle 12:00 alle 13:00
-Holistic-Pilates-
Lunedì dalle 19:00 alle 20:15
-La Marinera-
Lunedì, Mercoledì e Giovedì dalle 17.00 alle 20.00
-Labortango-
Lunedì dalle 20:30
-Meditazione-
Venerdì dalle 19:00 alle 20:30
-Percussioni e ritmi brasiliani-
Martedì 21:00-23:00 (orchestra)
Mercoledì 21:-23:00 (laboratorio)
-Taiji Quan-
Martedì dalle ore 19:00 alle 20.30
-Zhineng Qigong-
Giovedì dalle ore 17:30 alle 19:00



Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter