Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

meriniIl denaro mi fa paura.
Forse perché in manicomio non ne avevamo mai.
Quando fuori hanno provato a darmelo,

Read more ...

Iniziative

Venerdì 26 maggio 2017 ore 17:00

Udite Udite! Il gior­no 26 Maggio presso il padiglione 31 Ass. Ex - Lavand­eria - ci sarà un incontro sull'autosve­zzamento con Andrea Re dalle 17.00 alle 19.00

Cos'è l'autosvezzame­nto: in parole semplici i bambini si svezzano da soli. Che vuol dire? Vuole dire che i nostri figli scelg­ono quando, cosa e come mangiare.

Si può dire che noi che viviamo in un'ep­oca in cui pediatri e pseudoesperti da anni propinano alle mamme menù, modalità migliori o peggiori di slattare i neonati in una ben precisa fase di crescita pi­uttosto che in un'al­tra, secondo una ser­ie di tabelle di int­roduzione di cibi che possono variare an­che da quartiere a quartiere di una stes­sa città ( Gonzales C. ). Si è così perso l'istinto e le con­oscenze tramandate dalle nostre mamme e nonne, e di consegu­enza la capacità di capire i bisogni e le necessità dei nos­tri figli che abbiamo di fronte ogni gio­rno.
Se le mamme e i papà scelgono questa stra­da, scelgono la strada dell'ascolto del proprio figlio o figl­ia rispetto alla loro capacità di capire quando, come e cosa mangiare. Questo pr­ocesso non è esente da difficoltà per i genitori e il rac­conto di esperienze e il confronto con altri genitori è fond­amentale.

Come si svogle l'inc­ontro: l'incontro è una chiacchierata "da genitore a genitore" ed uno scambio di esperienze tra genito­ri insieme ad Andrea Re che da anni si è fatto promotore e sostenitore di questo approccio.
Ci sarà un presentaz­ione di Andrea Re e a seguito dom­ande aperte e dibatt­ito.

A chi è rivolto: è rivolto a tutti i neo-genitori, alle donne in gravidanza e agli interessati ( benvengano nonni e zii ). Il luogo è adatto ai bambini.

Chi è Andrea Re: è un papà che si è fatto promotore da diversi anni di ques­to approccio sull'al­imentazione in relaz­ione allo slattament­o, ed è fondatore del sito autosvezzamento.it dove ogni giorno pu­bblica ricette condi­vise da altri genito­ri, risponde a doman­de e documenta con articoli e ricerche il mondo dello svezza­mento con video e co­mmenti, cercando se­mpre di apportare qu­alcosa di utile per chi sceglie la strada dell'autosvezzamen­to per i propri figl­i. E' inoltre l'auto­re del libro AutoSv­ezzamento per tutti.

Per info sull'evento scrivete a evento.autosvezzamento@gmail.com e saremo lieti di rispondervi!!
Vi aspettiamo numerosi!!!!!

Invita i tuoi contatti all'evento su facebook

Sabato 6 e Domenica 7 Maggio 2017

Con grande piacere, tornerà per tenere uno Stage di Danze Bretoni
il caro amico e soprattutto grande conoscitore di danze e costumi bretoni Ronan Autret.
Ronan danza da quando aveva 16 anni e si è nutrito della tradizione bretone che oggi è parte integrante della sua vita. Ha acquisito molti insegnamenti ballando accanto ai cultori delle danze tradizionali del Lèon, in particolare René Hall, apprendendo varie forme di Gavottes du Bas Lèon tra il 1973 e il 1975, mentre tra il 1999 e il 2001 ha ristudiato la Dañs Keff. Oggi danza nel Cercle Celtique di Landernau ed è formatore e animatore in un gruppo di danze ricreative a Landunvez. Dal 2010 la Confédération Kendalc’h (che promuove e coordina le attività culturali ed artistiche della tradizione bretone attraverso le arti popolari) lo ha incaricato della formazione dei danzatori e del monitoraggio delle danze tradizionali.
Il repertorio di danze che verrà proposto da Ronan costituisce un’occasione da non perdere! Attraverso questa esperienza visiteremo alcune zone della Bretagna: Finistére; Côtes-d'Armor; Pays Rouzig.
La grande sensibilità di Ronan e la profonda conoscenza della tradizione culturale bretone e del repertorio coreutico sono ingredienti che preannunciano la magia di un’esperienza particolare dove forza e senso comunitario si sposano per sviluppare, in chi parteciperà allo stage, sensazioni uniche. Impareremo con lui: la Suite Rouzig, Polka Plinn, la Derobee de Chateulin, la Guedennes de Dinan, la Gavotte Plougastel, la Contredanse de l’Arguenon e il Bal de Dinan.

L'incontro sarà così articolato:
I Sessione stage - Sabato 6 Maggio
ore 15,00 accoglienza
ore 15,30 – 19.00: Suite Rouzig; Polka Plinn; Derobee de Chateulin; Gavotte Plougastel.
a seguire, dalle 21.00
SERATA A BALLO – CONCERTO degli ONYDANSE
aperta a tutti
Ingresso a sottoscrizione per finanziare le attività dell'Associazione Ex Lavanderia, che si batte dal 2005 ZAper un uso sociale, culturale, pubblico dell'ex manicomio di Roma-S.Maria della Pietà.

II Sessione stage - Domenica 7 Maggio
ore 10,00 accoglienza
ore 10.30 – 13.30: Guedennes de Dinan; Contredanse de l’Arguenon; Bal de Dinan.

Costo dello Stage
Una sessione: 25 € (compresa Serata a Ballo)
Due sessioni: 30 € (compresa Serata a Ballo)
Serata a Ballo: offerta libera
Il ricavato dell’incasso dello stage è devoluto completamente a sostegno dell’Ex Lavanderia e delle sue battaglie sociali e culturali.

Per informazioni e iscrizioni
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
o telefonare al: 340 3701080

Inivita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Venerdì 21 Aprile 2017 dalle 18:30

Partecipazione e corruzione: due volti della Città
 
Vi proponiamo
 
18.30-20.00
di partecipare a un dialogo tra istituzioni, associazioni, cittadini e cittadine che, nel rispetto di ciò che contraddistinse il pensiero di Basaglia, della condivisione di una lettura sociale dei disagi si interroghi su una rifondazione democratica della Capitale nella logica partecipata di Roma bene comune, della sua tutela umana, ambientale, culturale e politica.
 
Vi offriamo, grazie alla disponibilità di due artisti a supporto della vertenza sul Santa Maria della Pietà
 
dupliCITY mostra fotografica di Andrea Festa
 La mostra dupliCITY di Andrea Festa presenta una serie di scatti abbinati concepiti espressamente dal fotografo romano per gli spazi di Santa Maria della Pietà. In ogni dittico l’indagine sul corpo in movimento in diverse condizioni di messa a fuoco è accostata a una prospettiva allucinata su un luogo più o meno noto della città o su un brano di natura enigmatica colta nella sua irriducibile alterità. Il progetto costituisce una personale riflessione sul bipolarismo, insieme sindrome di Roma e metafora della condizione propria dell’artista che tenta di trovare un impossibile equilibrio tra le ombre dell’introspezione e la necessità di venire alla luce nel confronto pubblico. A cura di Ilari Valbonesi.
 La mostra rimarrà aperta fino a domenica 23 aprile  - Orari: Sabato  e Domenica dalle 11  alle 19
Cena sociale vegana
Offerta dagli artisti ai partecipanti agli eventi
 
Ore 22.00
Concerto live di Al Festa compositore, tastierista ed autore di colonne sonore per numerosi film.
 
L’incontro e le iniziative si svolgeranno presso il Pad. 31 del Santa Maria della Pietà, la ex Lavanderia, a metà degli anni ’90 destinato a centro di cultura e socialità, a memoria vivente delle iniziative che condussero anche Roma ad aprire questo luogo di segregazione.
 Per informazioni:
Ilari Valbonesi - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Segreteria ex Lavanderia – Paolo +39 3929892364 - This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
http://www.exlavanderia.it - https://it-it.facebook.com/Padiglione31/

Per una rifondazione democratica della Capitale
 
Fine anni ’90: viene dichiarato chiuso, a Roma, il più grande manicomio d’Europa, messo a punto tra il 1909 e il 1913 sulla collina di Monte Mario, raccogliendo l’eredità delle strutture romane e storie di internamento sorte in luoghi diversi sin dalla metà del 1500 per poveri, forestieri, persone scomode o con disagio mentale: 41 edifici distribuiti su un’area di 93 ettari.
Il patrimonio paesaggistico e monumentale costituito dal Santa Maria della Pietà diviene allora un caso emblematico: luogo di liberazione ma anche residenza di vecchi e nuovi disagi, di partecipazione civica e di assenza delle istituzioni, di abbandono ma anche di molti appetiti, centralità urbana ma mai pianificata, oggetto di intese ma mai condotte a realizzazione.
In questo luogo, la cui proprietà sembra un segreto pari solo al nome più sacro della Capitale, si attua da oltre vent’anni uno scontro/metafora della storia recente di Roma, città venduta alle facili soluzioni, agli offerenti migliori, ai poteri forti ai quali vorrebbe sacrificare la ricca partecipazione dei cittadini e delle cittadine, la trasparenza, lo spazio e l’ambiente.
Da un lato l’incessante attività di partecipazione dei cittadini, dall’altro una costante azione di demolizione dei risultati ottenuti.
Il veto del Piano Regolatore a una espansione edilizia inutile e incontrollata contro lo smantellamento dell’unico l’Ostello della Gioventù della Capitale.
Il salvataggio dell’agro romano oggi Parco Casal del marmo contro l’abbandono di un Parco secondo solo all'’orto Botanico.
Iniziative civili, anche nel rispetto di regole e norme, e il difficile insediamento del Municipio nel complesso.
La proposta di partecipazione socio culturale nel padiglione 31 e la violazione della Legge n. 180/78, riportando il disagio mentale, tra gli altri, all'’interno di quello che sarebbe dovuto essere un ex manicomio.
Tuttavia, ancora una volta, pensiamo che questi oltre vent’anni di resistenza abbiano dimostrato che cambiare si può, e il cambiamento si deve tutelare. Si Può Fare a partire dal rispetto e da un coordinamento cooperativo tra cittadinanza, istituzioni locali e Regione, da un regolamento per l’utilizzo dei beni pubblici che privilegi l’uso sociale e culturale e la loro gestione partecipata, dalla valorizzazione delle iniziative di inclusione sociale, di responsabilità e solidarietà economica, sociale e ambientale di cui è ricca la Capitale e che sole ne possono ricostruire le comunità.
 
Sono stati invitati a contribuire con le loro riflessioni Amministratori e Amministratrici, Consigliere e Consiglieri del Comune di Roma, del XIV Municipio e della Regione Lazio; Urban Center e Associazioni partecipanti; Unasam; Aresam; Psichiatria democratica; il Comitato Decide Roma – Decide la Città; il Comitato Forlanini; Associazione Ecoradicali.

Sabato 1 aprile 2017
Caffè Pedagogico 

Un incontro dove è possibile discutere e confrontarsi su tematiche educative.

Quale educazione?
Molti sono i modi della cura e dell’educazione. Molti gli stili e gli approcci. Fino a che punto è necessario imporre limiti? I nostri bisogni stanno cambiando? Quanto le nostre convinzioni influiscono sul nostro modo di educare? Siamo pronti a metterci in discussione?

Ne discuteremo  sabato 1 aprile nella caffetteria Tatawelo presso l' associazione Ex Lavanderia all'interno del parco dell'Ex Ospedale Psichiatrico Santa Maria della Pietà - Padiglione 31.
Piazza Santa Maria della Pietà, 5
 
Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

 

Domenica 19 marzo 2017, ore 17
L'Associazione Ex Lavanderia presenta: LAB. 01

I laboratori dell’associazione nei prossimi mesi organizzeranno degli eventi e presenteranno a turno le loro attività, ci coinvolgeranno con l’obiettivo di far festa tutti assieme.

Il primo ad iniziare questo percorso sarà il laboratorio di danze popolari internazionali e danze bretoni; domenica 19, assieme a loro, ci saranno anche altre associazioni, scuole di musica e danza presenti sul nostro territorio. Sarà un’occasione davvero preziosa per conoscere danze popolari e bretoni, per ballare e divertirsi.

L’evento inizierà verso le 17:00 con la “GIFT Orchestra” (Orchestra popolare di Primavalle), ci sarà un laboratorio per bambini di danze popolari, uno spettacolo di danze popolari e bretoni e a seguire la Pizzica Salentina con il gruppo di danza “Scorribande Popolari”. Durante la serata sarà possibile degustare alcune pietanze bretoni.

L’entrata è a offerta libera, il ricavato dell’evento verrà interamente utilizzato per sostenere le spese legali che l'associazione sta affrontando in nome dell'uso pubblico e sociale del Santa Maria della Pietà.

Vi aspettiamo!

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter