La mostra all’ex Lavanderia inaugurerà il 21 ottobre e proseguirà fino al 26.
Il tema affrontato è quello della resilienza artistica che nel contesto urbano sceglie di superare le difficoltà grazie all’incontro e allo stimolo reciproco.

Il gruppo degli Artisti di Monte Mario racconta con questa mostra la sua storia di scelta di presenza attiva e cromaticamente visibile nella periferia Nord di Roma. Il rapporto con il territorio è chiave di lettura biunivoca e imprescindibile, da un lato gli artisti lo raccontano, dall’altro si lasciano forgiare da questo. Monte Mario: un quartiere nato intorno al Manicomio del Santa Maria della Pietà, delimitato da un lato dalla Riserva dell’Insugherata, con la sua natura incolta e selvaggia, e dall’altro dalla trafficata via Trionfale, una delle principali arterie della Capitale. Tra antiche palazzine signorili, nate per ospitare medici e psichiatri, e appartamenti più che modesti stipati nei condomini, il quartiere è una zona ibrida che raccoglie differenze e complementarietà. Multietnico e profondamente romano al tempo stesso, un po’ borgo e rifugio, dove per strada ci si riconosce e saluta; un po’ intricato labirinto per chi viene da fuori.

Gli artisti di Monte Mario scelgono di raccontarlo e raccontarsi Come Fiori in Città, con la loro presenza determinata e spontanea, con la loro forza incrollabile, con il loro sguardo complice ma al tempo stesso rivoluzionario.

Ad accordare il lavoro degli Artisti di Monte Mario è ArtPlatform, piattaforma d’incontro tra creativi randagi ideata e curata dall’antropologa Dafne Crocella.

ARTISTI IN MOSTRA

Alessandra Natili
Alessia Pagnotti
Angela Scaramuzzi
Antonella Fiorillo
Domenico Portale
Francesca Coccurello
Gianluca Emanuele Varano
Ilaria Sartini
Lola Poleggi
Maurizio Bentivoglio
Mirella Rossomando
Motorefisico
Nina Razzaboni
Triana Ariè