Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - Ott

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

Ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia,

Read more ...

Domenica 8 Luglio 2018 dalle ore 21:00

Difforme dal senso comune
voci di donne dal manicomio

Messa in opera a cura di Monica Giovinazzi

Ispirata al libro "Luride, agitate, criminali. Un secolo di internamento femminile (1850-1950)" di Candida Carrino per per la collana Studi storici della Carocci.

Il libro racconta le storie di donne rinchiuse in manicomio in Italia (Aversa) tra il 1850 e il 1950. La ricerca si basa sullo studio di un’ampia campionatura di cartelle cliniche, che sono state esaminate attraverso un grande ventaglio di documenti: le relazioni dei medici, i documenti amministrativi, i carteggi tra l’istituzione e le famiglie, nonché le lettere delle stesse internate.

Ogni tanto una domanda senza risposta per riflettere ancora. Dare una voce e un corpo alle donne la cui vita è spesso ridotta a poche righe su data d'internamento e morte. Testi tratti dalle statistiche o dalle scabre note cliniche, qualche accenno alle leggi sulla patria potestà e all'iter d'internamento. Le professioni, lo stato civile.

Il segno irrinunciabile – paradosso - è la libertà: di adesione al progetto di interpretazione del movimento coreografico di intonazione verbale. Le partecipanti vengono da esperienze, luoghi e professioni diverse, di tutte le età: vengono da ovunque, le donne coinvolte, e non sono attrici. Perché non devono interpretare, ma lasciar fluire e donare presenza. Con alcune ci incontreremo direttamente la prima sera di spettacolo. Perché il desiderio che le anima è soprattutto quello di esserci. Non le ho scelte, sono state loro ad aderire.
Eccole, nei laboratori di Roma, Vienna, Latina ridare voce e vita a donne deboli, schiacciate da metodi disumani di cura, dal potere di medici, dalla burocrazia e dall'indifferenza.
La macchina performativa, congegnata e diretta dal vivo, permette che ogni volta vada in scena un gruppo diverso, che ogni volta ci si incammini per altri corridoi del sentire e si mettano in gioco energie nuove e insicure, perché di vicoli ciechi e silenzi inattesi è pieno un manicomio. Ben venga l'imprevisto a infrangere le nostre certezze di pubblico e addetti ai lavori. E che l'eco di voci impreparate si faccia forza e diventi coro. La preparazione è pure ideata in maniera tale da favorire l'aggregazione di persone attorno a un intento comune.
Sono stati fatti diversi laboratori durante i quali abbiamo letto i materiali, spiegato il tipo di lavoro e preso confidenza con i materiali disponibili, i movimenti corali, con i testi ricavati dagli atti. I laboratori servono a creare un gruppo sia nei movimenti che nelle intenzioni.
Il progetto coinvolge tre città: Vienna dove risiedo da alcuni anni, Roma la mia città di provenienza e dove per oltre dieci anni ho animato lo spazio Raabe a Trastevere e Latina, dove collaboro anche con il Centro donna Lilith per attività di formazione e performance.
L'idea di coinvolgere diversi luoghi alla preparazione di una performance contribuisce a renderla un evento denso di rischi e imprevisti, ma proprio per questo più genuino. È quello che voglio. Sarò in scena con loro, come sempre nelle mie messe in opera, a tessere le fila di azioni e installazioni perché il mio è un teatro che si anima sotto lo sguardo di chi partecipa, senza artifici e finzoni. Tutto è alla luce del sole, manifesto.


Partecipano:Nora Al-Awami Patrizia Amodio Marisa Bellachioma Paola Cacciatore Marisa Camboni Alessandra Carnovale Cecilia Caruso Maria Grazia Delibato Erika Del Vento Alessandra Di Magno Federica Dori Celestina Fabio Anna Fiore Elisabetta Galli Anna Gambogi Donatella Germanò Silvia Giovinazzi Amelia Gubinelli Luciana Libratore Maria Rosa Loria Emanuela Masini Federica Novelli Annalisa Penzo Gisella Persio AnnaRita Picazio Chiara Reali Simona Salta Laura Savelli Cristina Schillirò Rosalba Severa Anna Rita Spagnuolo Marzia Spinelli Maria Toffano

movimento scenico Silvia Dionisi
ceramica e porcellana Stefania Beltrami

progetto e messa in opera Monica Giovinazzi

Invita i tuoi conatti all'evento su Facebook

Orario apertura attività

-Ufficio-
Lunedì, Mercoledì e Giovedì dalle 15:00 alle 19:00
Tel.: 3914963020
-Caffetteria Tatawelo-
Lunedì - Venerdì dalle 8:30 alle 17:30
Sabato dalle 10:00 alle 17:30
-Sportello lavoro Over 40-
Mercoledì dalle 9:30 alle 13:30
-Cartapesta-
Sospensione estiva
-Ciclofficina Popolare-
Sabato dalle 10:00 alle 14:00
-Meditazione-
Mercoledì dalle 19:00 alle 21:00
-Danze Bretoni-
Sabato dalle 17:00 alle 19:00
-Danze Popolari-
Sabato dalle 15:00 alle 17:00
Domenica dalle 10:00 alle 12:00
-Percussioni Brasiliane-
Martedì 21:00-23:00 (orchestra)
Mercoledì 21:-23:00 (laboratorio)
-Yoga-
Martedì 17:30-18:30

Sportello Lavoro Over 40

D'amore si vive

Rassegna cinematografica
da venerdì 16 novembre 2018
a venerdì 8 febbraio 2019

Umane scintille

Basaglia 1978/2018 - 40 anni di R-Esistenza

Giornate Basagliane
40° anniversario della Legge Basaglia:
4 giorni di dibattiti, spettacoli, musica e film.

Manifestazione al Campidoglio

Sabato 06 Ottobre 2018
ore 17:00
P.zza del Campidoglio

3 Appelli per il S. M. della Pietà

Per fermare il Protocollo tra Regione, Comune, Città Metropolitana e Asl Rm1:

Appello delle realtà
che si occupano
di salute mentale

Appello degli urbanisti

Appello degli artisti
e delle realtà culturali

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter