Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - Ott

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

milaniSe voi però avete diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora vi dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Read more ...

COMUNICATO STAMPA 12 gennaio 2018

Apprendiamo in questi giorni che a fine anno l'Assemblea Capitolina ha approvato all'unanimità un OdG proposto da Stefano Fassina che ribadisce quanto già approvato con deliberazione n. 40 nel luglio 2015: il Santa Maria della Pietà è una centralità urbana, e come tale deve essere perseguita la sua valorizzandone per una fruizione civica, culturale, artistica ed ambientale, e deve essere varata la costituzione della Consulta prevista dalla Deliberazione 40/2015 per promuovere e verificare l'attivazione di un protocollo d'intesa con la Regione Lazio, che rispetti il Piano regolatore e le sue norme tecniche.

Prendiamo anche atto con soddisfazione che l'Assemblea Capitolina ritiene che la deliberazione 787/2016 della Giunta della Regione Lazio (il famoso "Parco della salute e del benessere"), non risponde alla normativa urbanistica vigente e disattende le aspettative dei cittadini e il percorso civile di partecipazione avviato da anni per la progettazione partecipata dei servizi e dell'utilizzo di questo importantissimo bene pubblico.

Ma nonostante questo ordine del giorno il Comune non ha ritenuto sino ad oggi opportuno associarsi al ricorso contro la Delibera della Regione promosso dal Comitato Si Può Fare e dalla Associazione Ex Lavanderia e dalle associazioni delle famiglie dei pazienti psichiatrici, ricorso che viene sostenuto economicamente dai soci firmatari della proposta di legge di iniziativa popolare e da cittadini e cittadine.

 

Apprendiamo inoltre che da giugno scorso è stato aperto un tavolo di trattativa per l'applicazione della progettazione della Centralità Urbana del S.Maria della Pietà tra Roma Capitale, Roma Città Metropolitana, Regione Lazio, Asl RM 1 e Municipo XIV di cui non è stata data, per sei mesi, agli stessi cittadini, alcuna notizia.

Quando sul Santa Maria della Pietà ci sarà finalmente un po' di trasparenza e di rispetto della partecipazione civica?

Quando si concluderà il trasferimento del Municipio?

Quando riapriranno gli ostelli per pellegrini e giovani?

Quando il Parco tornerà ad essere tale piuttosto che un parcheggio?

Quando verrà attivata la Consulta prevista sin dal 2015 dalla delibera del Comune?

Quando verrà discussa la proposta di legge di iniziativa popolare presentata nel 2014?

Noi lo chiediamo con la stessa forza ormai da anni. Nel frattempo continuiamo a dimostrare che la partecipazione c'è nelle iniziative culturali, nella gestione di un parco pubblico attrezzato per i bambini, nelle iniziative artistiche e in quelle di intrattenimento, anche dopo il taglio della corrente elettrica alla Ex Lavanderia. .

perche'.... noinoncispegnamo e nondimentichiamo!

Comitato Si Può Fare e Associazione Ex Lavanderia

Sportello Lavoro Over 40

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter