Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

brecht

Il peggiore analfabeta
è l’analfabeta politico.
Egli non sente, non parla,
nè s’importa degli avvenimenti politici.
Read more ...

LA CGIL BOCCIA IL PROGETTO DI REGIONE ED ASL SUL S.MARIA DELLA PIETA'

Riceviamo dal COMITATO SI PUO' FARE

“l'immenso patrimonio rappresentato dagli edifici e dal parco presenti nell'ex ospedale psichiatrico. Patrimonio che avrebbe dovuto esser riproposto alla città in un complessivo e moderno progetto che, nel preservare il valore urbanistico del comprensorio stesso, avrebbe dovuto produrre proposte culturali, sociali e programmi degni di una grande metropoli europea. Oggi - si legge ancora nella nota - a distanza di vent'anni, si deve prendere atto che un tale progetto complessivo è lungi dall'esser realizzato e, al contrario, si assiste a un insieme di interventi frammentati nel tempo e negli spazi che non tutelano sostanzialmente il patrimonio paesaggistico-ambientale del Santa Maria della Pietà e non ne consentono un adeguato utilizzo”

Così si esprime la CGIL in una nota ufficiale e pubblica.
Si aggiunge così alle critiche dell'intero mondo della Salute Mentale, delle principali realtà dell'Urbanistica Romana e persino della Caritas di Roma che aveva esplicitato, nel suo “Rapporto sulla Povertà 2019” che l'accordo sul S.Maria della Pietà “disattende la Normativa Nazionale”.

La CGIL conclude la propria nota auspicando: “di vedere al più presto l'amministrazione regionale, il comune metropolitano, le forze politiche e le rappresentanze dei lavoratori, l'associazionismo e il terzo settore della città di Roma impegnati in un percorso condiviso e partecipato".

Perché questo sia possibile, la Regione Lazio deve fermare i processi in atto e il Comune di Roma rivedere le proprie scelte di accettazione passiva e silente, rivendicando le proprie prerogative urbane, ritirando la propria incomprensibile adesione ad un Protocollo che toglie all'amministrazione comunale qualsiasi ruolo e voce e impedisce una Partecipazione reale, trasparente e rispettosa delle Regole.


REGOLAMENTO PER LA GESTIONE CONDIVISA DEI BENI COMUNI

Riceviamo dalla Coalizione per il regolamento per la gestione condivisa dei beni comuni.

"Poche righe per comunicarvi che, come previsto, visto il corposo odg della seduta dell'Assemblea Capitolina il voto sulla delibera popolare e' stato rimandato ai prossimi giorni. 
Nel frattempo vorremmo chiedervi di continuare ad aiutarci a tenere alta la tematica, sia firmando la petizione che trovate qui
https://www.change.org/p/comune-di-roma-l-aula-giulio-cesare-approvi-il-regolamento-per-la-gestione-condivisa-per-i-beni-comuni?redirect=false

sia condividendo i post della pagina della Coalizione
Coalizione per i Beni Comuni - Roma - Home | Facebook
che scrivendone voi e taggando la coalizione.  
Importante in questi giorni cercare di fare ogni sforzo, manca poco ormai, per cercare di cambiare anche un solo voto. Anche uno solo in piu' per noi sara'  importante!
Vi segnaliamo l'articolo sul manifesto che trovate quiÂ
https://ilmanifesto.it/lettere/roma-chiede-un-regolamento-per-la-gestione-condivisa-dei-beni-comuni/ "

COMITATO  PER LA DIFESA DEL PARCO PUBBLICO DEL SANTA MARIA DELLA PIETA'



MARTEDI' 24 NOVEMBRE ORE 16.00 - appuntamento nello spazio delle assemblee (tra Parco Cavallo e il Pad. 31 Ex lavanderia"

Consegnamo al Municipio le firme raccolte sulla petizione avviata a settembre!!!

https://www.change.org/difesaParcoSMdP

Aggiungi alla tua firma anche la tua presenza!!! Rispetteremo le regole anti Covid 19!!!

Comitato cittadino

per l'uso pubblico, culturale e legale del S. M. della Pietà.

https://santamariadellapieta.org/

Sportello Banca del tempo

Caffetteria Tatawelo

Sportello Spazio Donna

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter