Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

malcolmxSe non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono.

Malcom X

La colletta alimentare promossa dalle associazioni “Ex Lavanderia”, “Simbolo”, “Cerco...piteco, “CUB di Roma e Provincia”, “GAS RivoluzioMario” e dal Comitato “Si può fare” in collaborazione con l’associazione “Nonna Roma”, prosegue anche a giugno. Le conseguenze dell’emergenza sanitaria imposta dalla pandemia continuano: chi ha perso il lavoro stenta ancora a riprendere una qualsiasi attività e il disagio socio-economico presente sul territorio nazionale lo è anche nel XIV Municipio di Roma. Ci vorranno ancora mesi prima che le attività economiche riprendano a un ritmo che consenta di attivare occupazione, buona occupazione ci auguriamo questa volta.

Nelle ultime sei settimane, grazie alle donazioni raccolte, sono stati consegnati 131 pacchi alimentari, contenenti generi alimentari non deperibili con integrazioni di frutta e verdura. Abbiamo voluto dare un concreto aiuto alle famiglie che si sono trovate in particolari difficoltà anche di accesso ai servizi e agli aiuti previsti a livello comunale e nazionale.

Lo abbiamo fatto grazie all’aiuto fornito da alcuni supermercati di zona (Iperfamily, Todis a forte Braschi, Naturasì in via Trionfale) che hanno permesso di raccogliere spese solidali all’uscita dei clienti e grazie alle moltissime persone che hanno portato pasta, passate, cibi in scatola, latte a lunga conservazione, olio e zucchero o che hanno lasciato presso la ex Lavanderia un contributo economico per aggiungere altri generi alimentari alla raccolta. A tutti/e va il nostro ringraziamento e quello delle famiglie che ne hanno beneficiato.

Ma queste associazioni oltre agli aiuti concreti hanno anche protestato sotto il Campidoglio in due occasioni, insieme con Nonna Roma e con la Rete dei Numeri Pari perché questa emergenza ha mostrato l’inefficienza e inadeguatezza del sistema di servizi sociali con cui, invece, le associazioni di volontariato avrebbero voluto dialogare per segnalare le criticità e trovare soluzioni. Soluzioni ancora mancanti e che chiedono a tutti noi di non fermare questo “straordinario di solidarietà” e continuare a sostenere le famiglie che lo richiederanno.

Per questo continuiamo ad aspettarvi preso il Pad. 31 del Santa Maria della Pietà anche nel mese di giugno.

 

Il servizio di Alessandra Solarino su Rai News24

Caffetteria Tatawelo

Sportello Banca del tempo

Sportello Spazio Donna

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter