Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Consulta Cittadina

platoneQuando un popolo, divorato dalla sete della libertà, si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano quanta ne vuole, fino ad ubriacarlo, accade allora che,

Read more ...

grazie a chi ci sta sostenendo

I VOSTRI COMMENTI SU CHANGE.ORG

- Nel 1980 ho fatto teatro li... con i pazienti del ospedale psichiatrico...un ricordo indelebile.

- Dopo la luce tolgono pure l'acqua... Vergogna!!!!

- Ridare spazi ai cittadini

- I beni comuni sono cruciali per la realizzazione dei diritti fondamentali della persona

- Non potrei non farlo

- il santa maria non è fatto per essere un parcheggio con le aiuole da condominio della brianza dove andare a aspettare per fare la fila a un ufficio in pseudoappalto fintopubblico di stocazzo

- Sto firmando perché sono una cittadina residente nel XIV Municipio e amo frequentare il Parco di Santa Maria della Pietà per passeggiate, servizi della ASL, spettacoli e incontri alla Ex Lavanderia. Inoltre sono una scrittrice, e sto appunto scrivendo un libro ambientato nel Parco S.Maria della Pietà…

- È uno spazio di grande importanza sociale!

- È un punto di riferimento validissimo per il nostro quartiere con iniziative sociali e culturali di estrema importanza.

- Da sempre un luogo di riferimento nel quartiere!

- È importante aver un posto per ritrovarsi come a casa in una grande città presa dalla frenesia cittadina

- L'ex lavanderia è molto importante per il territorio, è strumento di crescita culturale, di aggregazione e inclusione sociale.

- C'è estremo bisogno di attività aggregati e sociali

- Credo e appoggio le iniziative dell'ex lavanderia

- Vorrei che Santa Maria della Pietà fosse un luogo di cultura, di bellezza, di solidarietà

- Abbiamo bisogno di più spazi pubblici, di più coesione sociale, di valore umano... tutto ciò non ha prezzo. Le tasse e il proprio contributo alla società lo si dà volentieri anche per questo.

- Gli spazi pubblici, sociali e culturali non possono e non devono essere toccati. Lasciate l' EX-LAVANDERIA ai cittadini.

- Uno spazio sociale conquistato con la forza delle idee va difeso. Sempre

- Quello spazio deve continuare a vivere!

- Stiamo diventando un paese di ignoranti. E con la stessa ignoranza cancelliamo tutto ciò che può migliorare la nostra società, non possiamo e non dobbiamo permetterlo.

-Ex-lavanderia offre un servizio insostituibile al territorio e alla cottadinanza

- L'associazione ex-lavanderia è preziosa come acqua nel deserto, la sua voce svela il silenzio colpevole dei responsabili istituzionali

- Firmo perché è un luogo dove faticosamente si fanno attività musicali e culturali diversamente difficili senza tali spazi di aggregazione

- Abbiamo bisogno di spazi aggregativi, i servizi municipali sono l'essenza della civiltà in una metropoli, i bisogni della cittadinanza vanno rispettati.

- Perché sono giuste le motivazioni dell'appello.

- la cultura è un bene che deve essere goduto da tutti qui c’e dittatura !!!
-
l'ex lavanderia e` un centro sociale di grande importanza nel territorio del mun.14 !!!

- È una causa giusta.

- Perché a quel bene comune che è l'Ex lavanderia sia ridato accesso all'acqua-bene comune!

- mo basta

- Si chiudono i rubinetti a chi diffonde cultura, senza scopo di lucro, in un luogo dove venivano perpetrate le violenze più indicibili mascherandole da trattamenti sanitari. Lo scopo sotteso dell'associazione, infatti, non è la semplice organizzazione di mostre e spettacoli, ma il riscatto e la…

- Xché me lo ha detto Riccardobyke

- La cultura il disagio e la buona opera prevalgano sugli affari

- Sto firmando perché le attività dell'ex lavanderia si sono rivelate molto utili nel corso di questi anni

- Firmo perché in contesti come questo le persone si possono trovare. Perché la socializzazione non si deve pagare. Perché è dovere della gestione politica della cosa pubblica mantenere e supportare ciò che migliora la vita sociale e di conseguenza le persone

- La cultura è un bene pubblico, non dovrebbe essere soggetta alle logiche perverse del profitto. E comunque l'Acea prima di far cassa pagasse prima tutti gli sprechi dovuti alla perdite della rete idrica..

- Sto firmando perché la nostra città ha bisogno di spazi di socializzazione e condivisione di pratiche e idee come accade ormai da anni all'ex lavanderia

- Per l'uso pubblico, sociale e culturale dell'ex manicomio di Roma - Santa Maria della Pietà

- Ritengo scorretto questo modo di procedere, a prescindere da ogni eventuale ragione giuridica.
Ed una pubblica istituzione dovrebbe agire sempre e comunque correttamente

- Luogo di crescita dei valori sociali e di condivisione.

- Luogo fondamentale di accoglienza gratuita, di cultura e di istanze sociali. Davvero persone speciali e un posto che al territorio è necessario. Riallacciare l'acqua è fondamentale!

Caffetteria Tatawelo

Sportello Banca del tempo

Sportello Spazio Donna

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter