Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - OttNov - Dic
2019 Gen - Feb - Mar

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

gianni

"intendo per "passione" la capacità di resistenza e di rivolta; l'intransigenza nel rifiuto del fariseismo, comunque mascherato; la volontà di azione e di dedizione; il coraggio di "sognare in grande”; Read more ...

Comunicati

Qui sotto trovate tutti i comunicati stama dell'associazione dal 2008 ad oggi.

Roma, 1 aprile 2015

Si allarga il fronte istituzionale che chiede che il S. Maria della Pietà sia restituito ai cittadini. Alla Risoluzione del consiglio del XIV Municipio votata ieri all’unanimità perché venga discussa subito la delibera popolare, arrivano le prime positive prese di posizione dalla Regione Lazio perché venga discussa la legge d’iniziativa popolare.

Il Capogruppo e la Consigliera di Sel Gino De Paolis e Marta Bonafoni dichiarano in un comunicato che la Risoluzione è un passo avanti “per fare chiarezza sulla proprietà dei padiglioni” e che “il Giubileo può davvero essere una occasione straordinaria per restituire alla città l’ostello della gioventù e avviare quel processo partecipato per rilanciare la struttura e restituirla ai cittadini”.

“Riteniamo la richiesta di chiarezza sulla proprietà una dichiarazione fondamentale per chiudere con una gestione opaca che ha lasciato il S. Maria della Pietà in un limbo per anni”, sottolinea il presidente dell’Associazione Ex Lavanderia Massimiliano Taggi. “Il complesso, come già chiaramente sottolineato dalla Risoluzione, è interamente di proprietà pubblica. La Regione Lazio deve dare ufficialità a questo stato di fatto, ed ha l’occasione di farlo accogliendo la Legge d’Iniziativa popolare”.

“La dichiarazione dei Consiglieri De Paolis e Bonafoni, che intendono portare presto “in Consiglio la Mozione che il nostro gruppo ha presentato congiuntamente  anche in Comune, e la Proposta di Legge di iniziativa popolare - si legge - che intendiamo sostenere”, è un nuovo passo avanti in questa direzione”, prosegue Taggi.

“Il prossimo 19 aprile coloreremo piazza Guadalupe, a Monte Mario, con le attività che da anni animano i locali dell’Ex lavanderia: la milonga più frequentata della città, le danze popolari, la bella lavanderina, il mercato equo e solidale, artigianato e ciclofficina, insieme ai tanti cittadini che le animano e che chiedono che si moltiplichino nei tanti padiglioni, oltre agli ostelli e ai servizi. Un’occasione in più per rendere ancora più forte questo fronte -conclude il presidente dell’Associazione - e rendere la discussione della delibera e della legge improcrastinabili”.

Associazione Ex Lavanderia
www.exlavanderia.it

Contatti stampa:
Anna Maria Bruni
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
cell: 347 330 59387
*************************
Anna Maria Bruni
giornalista editor copywriter
Via Giuseppe Valmarana, 107
00139 ROMA
mobile: +39 347 330 59 37
email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
*************************

Roma, 31 marzo 2015

“Una Risoluzione di grande valore, perché raccoglie i contenuti sui quali l’Associazione Ex Lavanderia ha lanciato la Campagna ‘Si può fare’ che ha raccolto migliaia di firme per la delibera e la legge d’iniziativa popolare espressi fin dagli anni della ‘Città ideale’”.

Così Massimiliano Taggi, presidente dell’Associazione che da anni si batte per l’uso pubblico del complesso, ha commentato la Risoluzione che chiede al consiglio comunale di discutere la delibera d’iniziativa popolare, votata oggi all’unanimità dal consiglio del XIV Municipio.

La Risoluzione, presentata dai consiglieri di Sel Modoni, Ascani e Papini e del Pd Ciattaglia e Portaro, chiede fra le altre cose che venga creata “una sede di raccordo interistituzionale come già ribadito nella Conferenza Urbanistica Cittadina”, che si favorisca “la coprogettazione ed il confronto” fra istituzioni e associazioni, che si realizzi “un progetto urbanistico” per restituire ai romani “questa preziosa centralità urbana” e che “venga posta in discussione la delibera comunale di iniziativa popolare”  con il coinvolgimento del Municipio, oltre a sollecitare “la Regione Lazio affinché vengano recuperati e destinati ad ostello per la gioventù i padiglioni già impiegati con tale destinazione, e poi abbandonati, per il Giubileo del 2000”.

“E’ un atto che rende questa battaglia più forte”, ha proseguito Taggi, “perché esprime la volontà di una reale cooperazione tra istituzioni, cittadini e associazioni”. Ora perciò “avanti tutta con la discussione della delibera in Consiglio comunale” alla quale “deve seguire la discussione della legge regionale”.

“D’altronde il Giubileo è alle porte, e se davvero vogliamo offrire al mondo una centralità accogliente - ha concluso  - attraverso il recupero di cinque ostelli immersi in un meraviglioso parco pubblico pedonalizzato, non c’è tempo da perdere”.

Associazione Ex Lavanderia
www.exlavanderia.it

Contatti stampa:
Anna Maria Bruni
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Roma, 24 Marzo 2015

“Sembra che l’ipotesi su cui l’Associazione Ex Lavanderia lavora da anni improvvisamente prenda corpo in una reazione a catena virtuosa scaturita dall’annuncio del Giubileo straordinario del 2015”. Lo sottolinea Massimiliano Taggi, presidente dell’Associazione.
Dopo le dichiarazioni del Presidente del Municipio Roma XIV Valerio Barletta, l’Assessora ai Servizi Sociali del Comune di Roma Francesca Danese ha dichiarato sulle pagine romane del Corriere.it che “stiamo lavorando per restituire alla città l’Ostello della Gioventù” prima di tutto “quello che si trova al Foro Italico”, e poi “il Santa Maria della Pietà” e “una parte del Forlanini”.
Anche la Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana degli Ostelli della Gioventù Anita Baldi, attraverso l’agenzia Omniroma, chiede “che l’Aig, che ha gestito per decenni la struttura del Foro Italico possa e debba essere il soggetto con cui dialogare e lavorare per questa opportunità”. Ma poiché, continua la Baldi “non sarà sufficiente per accogliere le migliaia di giovani che vorrebbero venire a Roma - conclude - vanno valutate le ipotesi Santa Maria della Pietà e Forlanini»
“Si può fare”, commenta Taggi, “e non solo, il ripristino degli ostelli realizzati nel 2000 e poi clamorosamente smantellati può diventare il grimaldello per compiere un miracolo: la restituzione dell’intero complesso a un uso pubblico sociale e culturale sano, partecipato e trasparente”.
“L’esito nefasto delle opere realizzate con i fondi del Giubileo 2000 deve servire da insegnamento. Quindi attenzione - continua il Presidente dell’Associazione - prima di festeggiare: se non si definiscono assetto, proprietà e gestione dell’immenso patrimonio del S. Maria della Pietà, tutte le buone intenzioni finiranno nel nulla, come già è stato”.
“Le Istituzioni - sottolinea Taggi - hanno ricevuto su un piatto d’argento una proposta organica, equilibrata e rispettosa della normativa attraverso la Proposta di Legge Regionale e la Delibera Comunale sottoscritte da 18.000 cittadini”.
“La sfida è aperta: discutere subito questi atti, rispettando gli Statuti di Regione e Comune significa dimostrare di aver cambiato rotta e di voler agire secondo le regole; approvarle - precisa - significa rendere chiara la volontà di aprire questo nuovo percorso all’insegna della gestione pubblica e condivisa del patrimonio comune”.
“Per questo abbiamo promosso una manifestazione-happening in piazza a Monte Mario per il 19 aprile; ci auguriamo che serva non per sollecitare la discussione delle proposte - conclude il presidente dell’Ex Lavanderia - ma per festeggiare la loro approvazione”.

Associazione Ex Lavanderia

Contatti stampa:
Anna Maria Bruni
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Roma, 17 Marzo 2015

“E’ un altro traguardo raggiunto. La discussione della delibera in consiglio comunale è alle porte, e faremo di tutto perché questo passo preluda rapidamente alla discussione della legge regionale”. Lo dichiara Massimiliano Taggi, presidente dell’Ex Lavanderia, l’Associazione che ha promosso la campagna  “Si può fare”, il cui primo traguardo è stata la firma di 12.000 cittadini per l’uso pubblico del complesso del S. Maria della Pietà.

“Non posso che apprezzare le dichiarazioni del presidente Valerio Barletta” continua Taggi, che questa mattina si è confrontato con il presidente del XIV Municipio a Radio Popolare.  Nel corso dell’intervista Barletta infatti ha dichiarato esplicitamente che “la prossima settimana” presenterà “un atto per chiedere al consiglio comunale di discutere la delibera popolare presentata dall’Associazione ex Lavanderia”.

Anche Erica Battaglia, consigliere Pd in consiglio comunale, ha ribadito ieri al presidente dell’Ex Lavanderia di aver sollecitato la richiesta di convocazione della Commissione Patrimonio per la discussione della delibera.

“Sono segnali di disponibilità che finora non avevamo avuto, e che invece oggi ci fanno credere che questa battaglia possa trovare un fronte molto più forte” insiste Massimiliano Taggi, “che consenta la restituzione del complesso ai cittadini, oltre che l’inizio di un cambio a 360 gradi della gestione del pubblico in direzione della partecipazione democratica, dell’etica della politica e del risanamento dei bilanci”.

“Se già l’annuncio del Giubileo straordinario produrrà questi effetti – conclude Taggi - il papa ha già raggiunto il risultato che si era proposto”.

Associazione Ex Lavanderia

Contatti stampa:
Anna Maria Bruni
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
cell. 347 330 5937

Roma, 16 marzo 2015

Dopo l’annuncio di papa Francesco del giubileo straordinario dal prossimo dicembre 2015, il sindaco Marino ha dichiarato in un’intervista a “Repubblica” che “più che a grandi opere dobbiamo pensare a una grande organizzazione” sottolineando con ciò la “sfida” a contenere le spese, ed a riorganizzare la città in modo da renderla fruibile e accogliente ai milioni di turisti che si riverseranno nella capitale.

Perché le parole del Sindaco non si dimostrino aleatorie come alla vigilia di ogni grande evento, l’Associazione Ex Lavanderia sfida Regione e Comune a riaprire gli Ostelli della Gioventù al S. Maria della Pietà entro dicembre 2015.

“Si può fare”, come sostiene la nostra campagna, recuperando gli ostelli realizzati nel 2000 al S. Maria della Pietà e smantellati illegalmente. Lo sostiene anche il Presidente del Municipio XIV Valerio Barletta. Questa è l’occasione per recuperare sprechi e illegalità che hanno caratterizzato le operazioni sul S. Maria della Pietà fatte, in particolare, con le opere del Giubileo 2000.

Perché questa proposta si materializzi è però necessario definire subito assetto e proprietà dell’Ex Manicomio di Roma. Lo strumento è già pronto. Si tratta della Proposta di Legge Regionale di Iniziativa Popolare presentata a maggio scorso con 12.000 firme.

La legge prevede che una parte dei padiglioni siano destinati, oltre che a servizi sanitari e amministrativi, all’accoglienza del turismo low cost, all’arte e alla cultura, facendone così un polo culturale a disposizione della città oltre che di attrazione internazionale.

Inoltre il S. Maria della Pietà è servito dalla ferrovia metropolitana, ottima per l’attivazione della “mobilità su rotaia”, come auspica il Sindaco Marino. Approvare la Legge Regionale e la Delibera Comunale collegata significa rendere concrete le dichiarazioni del Sindaco. Strumenti legislativi, lo ricordiamo, che non comportano spese per le amministrazioni ma nuove entrate e una gestione più sana, corretta e trasparente dei beni pubblici.

Associazione Ex Lavanderia

Contatti stampa:
Anna Maria Bruni
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
cell. 347 330 5937

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter