Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - OttNov - Dic
2019 Gen - Feb - Mar

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

platoneQuando un popolo, divorato dalla sete della libertà, si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano quanta ne vuole, fino ad ubriacarlo, accade allora che,

Read more ...

Iniziative

GIOVEDÌ 3 MAGGIO ORE 19:00
Riparte il laboraorio di meditazione

SABATO 5 MAGGIO ORE 18:00
Presentazione del libro "Febbraio 1929 l’ultima ascensione di Mario Cambi e Paolo Emilio Cichetti" di Pasquale Iannetti, Artemia Nova editrice
evento fb: https://www.facebook.com/events/2502029973356392/

GIOVEDì 10 MAGGIO
Cineforum a cura della Caffetteria Tatawelo... a breve altre info.
 
SABATO 12 - DOMENICA 13 - VENERDì 18 - SABATO 19
GIORNATE BASAGLIANE - BASAGLIA 1978/2018 - 40 ANNI DI R-ESISTENZA
4 giorni di dibattiti, spettacoli, musica e film
SABATO 12 MAGGIO
ORE 18:30 Apericena con concerto della band Illusioniottime: "Ci vuole Cuore&Follia" musica e performance
ORE 21:00 Spettacolo teatrale "I colori maturano la notte" di Marzia Ercolani, compagnia Atto Nomade
DOMENICA 13 MAGGIO
ORE 17:00 Presentazione del libro "Primavera 180" di Teresa Capacchione.
ORE 18:00 Dibattito. Interverranno insieme all'autrice del libro, Adriano Pallotta, ex infermiere del Santa Maria della Pietà, Collettivo Operatori Sociali Attivi.
ORE 19:00 Apericena
VENERDÌ 18 MAGGIO
ORE 21:00 Parte della rassegna teatrale "UMANE SCINTILLE", "ALIENI NATI" azioni di Fabrizio Crisafulli, Alessandra Cristiani, Simona Lisi, Federica Luzzi, Marcello Sambati, Naoya Takahara, con la partecipazione di Adriano Pallotta, ex-infermiere del Santa Maria della Pietà, e Alberto Paolini, ex-ricoverato. Presentazione di Ilari Valbonesi
SABATO 19 MAGGIO
ORE 17:00 Proiezione del film "Lo Stato della follia" di Francesco Cordio.
ORE 18:30 Dibattito. Interverranno, oltre all'autore del film, Daniela Pezzi della consulta Regionale per la salute mentale, Michele Capano e Ilari Valbonesi dei Radicali Italiani, Associazione "A buon Diritto"
ORE 19:30 Apericena e performance artistiche a cura di Agnese Dottori
 
GIOVEDÌ 24  MAGGIO
Cineforum a cura della Caffetteria Tatawelo... a breve altre info.

DOMENICA 27 MAGGIO
Ore 11:00 Mostra di Acquarello, brunch e incontri.
ORE 18:00 All'interno della rassegna teatrale "UMANE SCINTILLE", "Keresse" di e con Pier Jaquemin

Domenica 29 Aprile 2018 dalle 10:00 alle 15:00

In occasione della giornata mondiale della fotografia stenopeica, il collettivo fotografico Pigments insieme all’Associazione Ex Lavanderia, propone un workshop di costruzione di camere stenopeiche.
-Dalle ore 11 alle ore 15 :
i partecipanti potranno costruire le proprie macchinette e stampare in camera oscura le foto realizzate esplorando gli spazi dell’ex manicomio di Santa Maria della Pietà.
Il workshop è rivolto a tutti gli appassionati di fotografia, senza limiti di età e senza particolari competenze.
Dopo una piccola introduzione sulla fotografia stenopeica, i partecipanti utilizzeranno semplici scatole,barattoli, forbici e nastro adesivo per costruire le proprie macchine fotografiche pinhole, con materiale riciclato ed sostenibile.
I materiali fotografici verranno forniti dal collettivo Pigments.
Le foto realizzate durante il workshop verrano inserite sul sito: http://pinholeday.org/
Il workshop è a sottoscrizione libera.
-Dalle ore 13.00 pranzo sociale a sottoscrizione a cura di Associazione Ex Lavanderia
-Dj set by Chicks-a-boom (Pop Glam &Punk) durante la giornata
Per prenotarsi al workshop scrivere a:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Sabato 28 Aprile 2018 dalle 16:00 alle 18:00

● Che cos'è la Lettura Espressiva?
Tutti noi possiamo leggere in modo espressivo, si sente spesso dire “Ma ho una brutta voce!” non esistono voci “brutte”, ma solo voci capaci di comunicare bene o male.
Il bravo lettore è colui che leggendo in una stanza dà l’impressione, a chi è fuori, dell’assoluta autenticità di ciò che sta dicendo, come se stesse formulando in quel momento i pensieri.
Per ben interpretare bisogna “entrare” nel personaggio!
● Come funziona?
A tutti i partecipanti chiediamo di portare un testo: di un libro, una canzone, una sceneggiatura, un proprio scritto, o qualsiasi altro supporto e, semplicemente, leggere. Questa condivisione porterà ad un momento di riflessione, dove ognuno potrà aggiungere il suo personale contributo.
● Qual è il tema?
"Vaghezza e precisione, cambiamento e continuità nel tempo ciclico dell’alternarsi delle stagioni."
Questo tempo corre troppo veloce, sembra sia misurato per altre persone che non siamo noi. La ripetizione della quotidianità, nella forma dell’avvicendarsi delle stagioni, invece, rallenta il conteggio del tempo, che rimane sospeso; giusto per sentire oltre, per sentire il significato profondo delle cose, qualcosa di più che un mordi e fuggi approssimativo.
Da abili viventi performativi non dimentichiamo di allenarci nel vivere l’indeterminatezza che caratterizza il nostro tempo come una grande opportunità.
Chi è nella prospettiva di una strepitosa maturità glamour sembra sia uscito da un uovo, non dal recente passato, quando il senso era uno e ora sono tanti.
Nell’indeterminatezza alcuni si perdono nel mare scuro della paura. Tagliati i fili di questa struttura, la maggior parte delle persone ne vuole un’altra, dimenticando se era felice allora e il perché.
La vaghezza è poetica, nella poesia la struttura è l’animo umano. Infatti, le domande che ci poniamo sono sempre le stesse; perché, cos’è l’inizio di un’estate, se non la gioia di non sapere ciò che avverrà e la certezza di sentire che sarà qualcosa di bello? È una sorpresa, che ora non sai, cui non devi dare per forza un nome.
● Quando?
Sabato 28 Aprile dalle 16:00 alle 18:00
● Dove?
Presso l'ex-lavanderia nel parco Santa Maria della Pietà
Link Google Maps: https://goo.gl/maps/bBrV6xyrh5U2
L'incontro è ideato e moderato da Manuela Grillo Spina.
"Sulle cose che stuzzicano l'anima è necessaria la riflessione, come il pane. Così mi dimentico del male."

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Sabato 21 e Domenica 22 Aprile 2018

Storie del possibile "Pratiche e ricerche a confronto"
Incontro nazionale sulle economia trasformativa

Presso l’Ex Lavanderia pad. 31 Santa Maria della Pietà
proposto da Comune info
Sabato dalle 9.30 alle 20
Domenica dalle 9.30 alle 14.00

Il rincorrersi e il sovrapporsi di molteplici crisi ormai “permanenti” (finanziaria, economica, ecologica, sociale e persino di civiltà) stanno causando danni crescenti alle popolazioni e gravi squilibri per il pianeta. Come tutti ormai riconoscono, aumentano le contraddizioni tra sistema economico dominante e gli equilibri climatici e ambientali del pianeta, aumentano le disuguaglianze, le sofferenze e le condizioni di emarginazione anche all’interno dei “paesi ricchi”. Inoltre si moltiplicano i conflitti armati regionali a bassa intensità e le minacce di guerre addirittura globali e nucleari. La migrazione è diventata, per alcune comunità in molte aree del pianeta – Cina compresa – una condizione permanente per la sopravvivenza e la ricerca di mezzi di sostentamento.
Nonostante questo scenario poco incoraggiante, si stanno generando in tutto il mondo esperienze di resistenza e resilienza, sempre più diffuse e multiformi, che provano a proporre – a partire dal livello locale – un’altra visione di comunità e modelli alternativi di produzione, distribuzione, scambio, consumo, risparmio e uso delle risorse finanziarie che ripensano i legami sociali, quella che noi chiamiamo un “economia trasformativa”.
Riteniamo che le potenzialità di questi sistemi alternativi di auto-sostenibilità e democrazia comunitaria siano tali da indicare prospettive di società completamente diverse, e soprattutto capaci di avviare percorsi urgenti di transizione.
Come ci dimostrano molti studi, indagini e ricerche che in vari ambiti (Comunità europea, università, associazioni di settore, gruppi di cittadinanza attiva, testate giornalistiche, attivisti ecc.) che sono stati svolti in questi ultimi anni (vedi più sotto una prima ricognizione da noi effettuata, sicuramente incompleta), molte esperienze che operano nel vasto arcipelago dell’economia sociale e solidale perseguendo obiettivi di radicale cambiamento e di effettiva solidarietà – sia pure in modo articolato e spesso frammentato – sentono il bisogno di elaborare assieme un percorso di analisi e di valutazione relative all’immediato futuro che permettano di valorizzare le potenzialità già espresse, le opportunità più attraenti, ma anche di individuare le minacce più gravi e, soprattutto, le innovazioni che dobbiamo ormai cercare di introdurre nelle nostre strategie verso le società di appartenenza e quelle future desiderate.
Non si tratta evidentemente di discutere su modelli astrattamente possibili o auspicabili, lanciare proclami o nuovi manifesti per l’economia sociale solidale (le definizioni elaborate dalle reti internazionali e le “carte” esistenti sono chiare e valide), ma semplicemente di individuare e riconoscere visioni comuni e progettualità condivise nel concreto contesto economico, sociale, politico e istituzionale.
Il tema generale che proponiamo per un confronto e una discussione tra gli attori dell’economia sociale solidale è quindi relativo al peso e al significato che l’intero sistema delle economie trasformative può assumere in un futuro ravvicinato, già percorso da preoccupazioni e terrori non indifferenti e nel quale stentano ad emergere nuove realtà socialmente rilevanti. Le possibili declinazioni del tema generale possono essere evidentemente molteplici e chiediamo a tutte e a tutti coloro che sono interessati a evidenziarle e proporle con scritti, note, segnalazioni, papers… già da subito, così da costruire assieme i materiali di base da porre in discussione nell’incontro.
L’invito è rivolto a ricercatori, attivisti, studiosi, sperimentatori di alternative, produttori etici che siano disponibili a far circolare i risultati delle proprie ricerche, azioni, riflessioni, pratiche; concordi che solo con la circolazione delle idee si può costruire futuro.

Tutte le info https://comune-info.net/2018/02/storie-del-possibile-storie-del-possibile
Evento su Facebook

Segue Programma:

Read more: Storie del Possibile

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter