Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - OttNov - Dic
2019 Gen - Feb - Mar

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

platoneQuando un popolo, divorato dalla sete della libertà, si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano quanta ne vuole, fino ad ubriacarlo, accade allora che,

Read more ...

Iniziative

Venerdì 08 Giugno 2018 dalle ore 21:00

Scritto e diretto da: Giovanni Gentile
Con: BARBARA GRILLI

All'interno della rassegna teatrale "Umane scintille"

Raccontare la verità, gridarla, senza fraintendimenti. Questo è lo scopo che Giovanni Gentile e Barbara Grilli, rispettivamente autore/regista e attrice, si prefiggono in questo spettacolo.
Sessanta minuti di un monologo complicato, forte, doloroso, recitato ad un ritmo intensissimo, da cui lo spettatore risulta rapito, catapultato in un’altra epoca, immobile sulle sedie.
Si ripercorrono le tappe della tragedia umana e giudiziaria di Palmina Martinelli, la 14enne fasanese uccisa nel 1981 e che sembra, ancora oggi, un peso per questa regione. Una storia che ancora si sussurra, che non si può ancora urlare e definire conclusa oggi, a 35 anni dai fatti.
Si parlerà di un Pubblico Ministero instancabile, Nicola Magrone, oggi sindaco di Modugno e del Dott. Di Bari, oggi sindaco di Fasano, all’epoca giovane chiururgo al del Pronto Soccorso. Si parlerà di una silente criminalità organizzata, di giudici e sentenze incomprensibili e di un processo che sfocia nel paradosso. Perché, per dirla con le parole del pubblico ministero di allora “le aule di giustizia non sempre si meritano quell’encomio solenne, quell’adulazione continua, quell’ammirazione. Perché le aule di giustizia sono anche luoghi dove si commettono estremi atti di IN-giustizia”
Perché in questo monologo, dopo 35 anni, si faranno nomi e cognomi…

Lo spettacolo ha ricevuto per meriti sociali ed artistici il Patrocinio del Comune di Modugno, contribuendo in maniera sostanziale all’intitolazione a Palmina Martinelli di due piazze, una a Modugno stessa e una a Polignano a Mare e alla ricusazione da parte della Corte di Cassazione di Roma della richiesta di archiviazione delle indagini giunta dal Tribunale di Brindisi.
Ha partecipato al Roma Fringe Festival 2016 ricevendo la Nomination come Miglior Drammaturgia del Festival stesso.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Domenica 03 Giugno 2018

QUANDO LA NOTTE FINISCE FIABE DI VIAGGI E SPERANZE
di e con Laura Saccani
e Elisa Bongiovanni
(età consigliata dai 7 ai 99 anni)

Ci siamo affidate alle parole scritte da Anna Masucci nel suo libro “L’orizzonte alle spalle”, che ha sapientemente trasformato in fiabe per tutte le età le storie vere di alcuni migranti sbarcati a Lampedusa. Così come nel libro, nello spettacolo troviamo le fiabe accostate alle storie vere. Le due protagoniste utilizzano le fiabe per trovare la forza e il coraggio; la fiaba è per loro un gioco che fanno insieme per trovare leggerezza, un modo meno doloroso (e forse più efficace) per poter raccontare l’un l’altra gli orrori di questa terribile odissea che centinaia di persone vivono quotidianamente. Nello spettacolo momenti forti e di tensione si alternano a momenti poetici e altri buffi, un fluire di racconti, immagini, atmosfere ed emozioni che invitano i ragazzi a identificarsi nell’essere umano che siamo tutti.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

SABATO 2 GIUGNO 2018 ore 22,30 presso il padiglione 31 Ex Lavanderia nel comprensorio di S. Maria della pietà di Roma (M. Mario). Le indicazioni per raggiungerci sono pubblicate nei post dell’evento.

Si torna a ballare in un’atmosfera calda, informale e accogliente, sul parquet del Salon Teatro con le tande classiche proposte da STEFANIA TORMENTA PANUCCI e nel Salon Vintage con il tango nuevo e non tradizionale proposto da SIMONE CIERI.
Se il tempo lo permetterà, balleremo anche nel terrazzo.

Ingresso ad offerta libera, SUGGERIAMO 5 EURO.
Sarà aperto il bar consueto popolare.

ENTRARE FUORI USCIRE DENTRO, l’arte del tango onora la memoria di un luogo, il manicomio provinciale di S. Maria della pietà, che fu fonte di immensa sofferenza ed emarginazione.
Le offerte sono utilizzate per la realizzazione dei progetti, delle iniziative e dei laboratori dell’Ex Lavanderia per un uso pubblico e culturale del pad. 31 nel comprensorio di S. Maria della Pietà e per le spese legagli per la vertenza a difesa del comprensorio.

N.B. ricordiamo che l’accesso al comprensorio è pedonale: dall’ingresso procedere sempre dritti seguendo i cartelli padiglione 31.
IMPORTANTE: al fine di non creare problemi alla circolazione nei pressi dell’ingresso al comprensorio ove transitano mezzi pubblici, mezzi ospedalieri e vigili del fuoco (nei pressi caserma VVFF e Osp. S. F. Neri) e conseguentemente evitare multe, suggeriamo l’utilizzo dei parcheggi della stazione F.S. di M. Mario siti nelle vicinanze (a 300 m. in via Cesare Castiglioni) come indicano nella mappa inserita nei post dell’evento

Infine, dimostriamo quanto conosciamo e sappiamo applicare i codici del tango a partire da poche semplici regole per stare bene tutti insieme, soprattutto quando siamo tanti: un po’ di sana galanteria nel fare gli inviti, parlare a bassa voce quando si è al tavolo, ne fermarsi a parlare/fare lezioni o attraversare la pista mentre si balla, rispetto della ronda e niente acrobazie quando la pista è piena. CI PROVIAMO? SE PUEDE HACER!!!

La milonga Viejo Lavadero è una proposta popolare dell’associazione Ex Lavanderia (www.exlavanderia.it)
Pad. 31 – Ex Lavanderia nel comprensorio di S. Maria della Pietà,
Roma p.zza S. Maria della Pietà n°5 Roma (zona M. Mario-S. Onofrio)

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Venerdì 1 Giugno 2018 ore 21:00

Nano Egidio Contro il Male di Vivere Spesso Incontrato è un kolossal intimista di teatro povero interpretato da attori, pupazzi, giocattoli e un nano da giardino.
Ad un certo punto del cammino della nostra vita ci accorgiamo che la maggior parte di ciò in cui credevamo ci ha deluso o viene messo in discussione.
Sia che si parli di religione, politica, studi, lavoro, la famiglia, noi stessi, tutto mostra delle piccole o grandi crepe che da un momento all’altro possono allargarsi e far crollare tutte le nostre certezze.
Gli eroi e i personaggi delle fiabe della nostra infanzia, quelli più forti e tenaci che ci hanno seguito fino all’età adulta, ci aiutano a combattere questa lotta contro nemici nuovi e pericolosissimi, non più i classici cattivi fumettistici o dei cartoni, bensì le paure, le crisi e le ansie che caratterizzano i nostri tempi.
Lo spettacolo si ispira ai film d’azione americani senza averne i soldi e i mezzi.
Gli effetti speciali e il montaggio rapido, tipici di questo genere
cinematografico, vengono ricreati in scena tramite la manipolazione dei più disparati giocattoli e pupazzi e la costruzione di gag estreme e demenziali.

Una serie di attentati terrorizza gli abitanti del Magico Mondo della Fantasia, l’ultimo atto ha visto protagonisti i personaggi delle Barzellete che, stanchi delle continue prese in giro, hanno assalito alla redazione di “Risate a Denti Stretti – l’Antologia del Buon Umore”.
Il Presidente Nano Egidio (ex nano generico delle fiabe) convinto che tutta questa violenza sia dovuta alle discriminazioni emana una legge “contro ogni sorta di presa in giro e discriminazioni tutte” ma questo non fa che peggiorare la situazione portando tutto il paese in un clima di terrore politicamente corretto.
Il reverendo Batman (ex super eroe dei fumetti) che ha deciso di dedicare la sua vita a confortare e consigliare i fedeli tramite la religione, si vede costretto a rivestire i panni di giustiziere per indagare sulla misteriosa scomparsa di Dio.
Batman e Nano Egidio, ex amici le cui strade si sono divise per differenti e contrastanti scelte di vita, si rincontrano per affrontare una nuova lotta contro un oscuro nemico proveniente dal passato che non li ha mai abbandonati.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Domenica 27Maggio 2018

Mostra di acquarello a conclusione del corso tenuto da Lilia Bevilacqua dalle ore 11:00 alle ore 18:30.

Sarà un'occasione per incontrarci e gustare un brunch insieme.

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter