Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - OttNov - Dic
2019 Gen - Feb - Mar

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

meriniIl denaro mi fa paura.
Forse perché in manicomio non ne avevamo mai.
Quando fuori hanno provato a darmelo,

Read more ...

Iniziative

Giovedì 13 luglio 2017 ore 18:00
all'interno di Estate al parco 13 #noinoncispegniamo

Quando la notte finisce - fiabe di viaggi e speranze

Spettacolo per ragazzi dai 7 ai 99 anni! - primo studio
una produzione Alla ribalta! in collaborazione con Ex Lavanderia e VIS Volontariato Intenazionle per lo Sviluppo

Perché non c'è niente di più bello che avere un posto in cui tornare”
da “L'orizzonte alle spalle”

liberamente tratto da “L'orizzonte alle spalle” di Anna Masucci
di e con Laura Saccani ed Elisa Bongiovanni
collaborazione artistica Matteo Rigola e Valentina Bazzucchi
Due donne. Una è più grande, è dovuta partire perché nel suo paese c'è la guerra, la guerra e la morte. E poco o niente da mangiare. L'altra scappa dalle persecuzioni, è rimasta "sola". É partita perché non poteva fare diversamente, se voleva restare in vita.
É la storia di due migranti, sono in viaggio, viaggiano di notte, di nascosto, sui treni, vanno alla ricerca di un posto migliore in cui stare, in cui mettere nuove radici. Ed è in questo viaggio, tra un treno e l'altro, che le nostre protagoniste si incontrano, si conoscono, si scoprono, si aiutano e diventano complici nel loro tentativo di rinascita. Portano le loro storie, i motivi che le hanno costrette a partire, le mille difficoltà del viaggio ma anche la loro ricchezza di colori, profumi, ritmi. Nei loro racconti, a volte crudi, hanno momenti di grande speranza e gioia; riescono nonostante tutto a trovare la voglia di ridere e scherzare, a credere che in mezzo a tutto quel dolore c'è ancora spazio per la bellezza. A credere e lottare per la possibilità di una vita migliore e dignitosa.
Come raccontare tutto questo a un pubblico di bambini? Come fare in modo che il bambino comprenda ma non sia ferito? E che anzi possa uscirne rinforzato e con una consapevolezza maggiore? Ci siamo affidate alle parole scritte da Anna Masucci nel suo libro “L'orizzonte alle spalle”, che ha sapientemente trasformato in fiabe le storie vere di alcuni migranti sbarcati a Lampedusa. Così come nel libro, nello spettacolo troviamo le fiabe accostate alle storie vere. Le due protagoniste utilizzano le fiabe per trovare la forza e il coraggio; la fiaba è per loro un gioco che fanno insieme per trovare leggerezza, un modo meno doloroso (e forse più efficace) per poter raccontare l'un l'altra gli orrori di questa terribile odissea che centinaia di persone vivono quotidianamente. Ma la fiaba è anche il linguaggio più giusto perché il bambino possa capire e così vivere insieme alle due protagoniste questa esperienza: momenti forti e di tensione si alternano a momenti poetici e altri buffi, un fluire di racconti, immagini, atmosfere ed emozioni che invitano i bambini a identificarsi nell'essere umano che siamo tutti. Abbiamo tutti il diritto a una vita dignitosa, ad essere amati e a cercare ciò che è più giusto per noi. Tutti dobbiamo poter provare il piacere di sentirci uguali pur essendo diversi, e sentirci arricchiti da questa diversità.
E se il bambino che esce da questo spettacolo si sentisse ricco nella sua diversità? Forse farà meno fatica nell'accettare il diverso da sé. E il bambino di oggi è l'adolescente di domani e l'adulto di dopo-domani.

Ringraziamenti: Luca Cristaldi, Iacopo e Tommaso per la consulenza, il sostegno e le cene pronte, Emiliano, Giggi e Grazia, Giada, Vally, Saskia, Augusto.

A seguire cenasociale e proiezione del film "Samsara diary"

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Da martedì 11 a giovedì 13 2017 ore 21:00
all'interno di Estate al parco 13 #noinoncispegniamo

Tre serate di cinema per baqmbini.

PROGRAMMA:

MARTEDI 11 LUGLIO, ore 21.00
Ernest & Celestine (Ernest et Célestine) è un film d'animazione franco-belga uscito in Italia il 20 dicembre 2012.
Diretto da Stéphane Aubier, Vincent Patar e Benjamin Renner, è basato sulla omonima serie di libri per bambini scritta dalla disegnatrice belga Gabrielle Vincent. La sceneggiatura è stata scritta da Daniel Pennac. Racconta l'incontro dei due personaggi che, nei fumetti, vivono numerose avventure.
Nel sottosuolo della città degli orsi si sviluppa il mondo dei topi. Le due civiltà, simili, si osteggiano e si ignorano a vicenda. Ernest è un orso solitario che vive in campagna e giunge in città solo per racimolare qualche soldo facendo il suonatore ambulante. Celestine è una topina orfanella che, nonostante cresca in un ambiente dove gli orsi sono sempre presentati come ostili e cattivi, cresce con l'idea che un'amicizia con loro sia possibile.
Una volta cresciuta, decide di diventare una dentista. L'apprendistato del dentista murino è curioso, poiché il giovane aspirante deve andare nottetempo nella città soprastante e sgraffignare i dentini decidui che gli orsacchiotti pongono sotto il cuscino la notte, convinti dai genitori di un misterioso premio in denaro. Tali canini serviranno per gli anziani roditori. Una notte Celestine viene scoperta dagli orsi adulti e inseguita a suon di scopa. Purtroppo si imprigiona da sola in un cestino e viene trovata la mattina seguente per puro caso da Ernest, che era in cerca di cibo. Celestine per ringraziarlo, lo fa entrare in un negozio di dolciumi. È così che, anche in seguito ad altre peripezie, i due diventano amici, ma sono anche inseguiti dalla polizia dei due mondi.
Si rifugiano, per passare l'inverno, nella casa di Ernest. Sennonché alla primavera vengono scoperti e portati in tribunale: Ernest in quello dei topi e Celestine in quello degli orsi. I due tribunali si trovano proprio uno sull'altro e, caso vuole che entrambi vengano stretti dalla morsa di un incendio. Ernest e Celestine salveranno tutti, convincendo anche gli astanti che un'amicizia, o quanto meno una collaborazione, tra i due mondi è possibile.

MERCOLEDI 12 LUGLIO, ore 21.00
LA CITTA' INCANTATA
La città incantata è un film d'animazione giapponese scritto e diretto da Hayao Miyazaki, liberamente ispirato al romanzo fantastico Il meraviglioso paese oltre la nebbia della scrittrice Kashiwaba Sachiko. Narra le avventure di Chihiro, una bambina di dieci anni che si introduce senza rendersene conto, insieme ai genitori, in una città incantata abitata da yōkai (spiriti). Qui i genitori della bambina vengono trasformati in maiali dalla potente maga Yubaba e la piccola protagonista decide di rimanere nel regno fatato per tentare di liberarli. Il film presenta l'altissima qualità tecnica consueta dello Studio Ghibli ed è considerato il capolavoro del cineasta giapponese Miyazaki. Pubblicato il 20 luglio 2001, diventò il più grande film di successo della storia del Giappone, incassando circa 330 milioni di dollari in tutto il mondo. Superò Titanic (allora in cima alle classifiche di vendita) ai box-office giapponesi e fu il lungometraggio che più ha guadagnato nella storia, con un totale di 30,4 miliardi di ¥.
Acclamato all'unanimità dalla critica, è considerato uno dei migliori film degli anni 2000[3][4] e della storia.[5] Vinse l'Orso d'oro al Festival di Berlino nel 2002 e l'Oscar per il miglior film d'animazione nel 2003.

GIOVEDI' 13 LUGLIO, ore 21.00
KIRIKU E LA STREGA KARABA'
Kirikù e la strega Karabà (Kirikou et la sorcière) è un lungometraggio d'animazione del 1998, scritto e diretto da Michel Ocelot.
Basato su un racconto folkloristico dell'Africa occidentale, il film racconta di un bambino che combatte e libera il suo villaggio da una strega.
In un villaggio africano dove sono rimasti solo vecchi, donne e bambini, nasce Kirikù, un bambino prodigioso, che taglia da solo il cordone ombelicale della madre e fin dai primi istanti di vita è totalmente autonomo, in grado di parlare, di camminare e di badare a sé stesso. Kirikù viene presto a sapere dalla madre che il villaggio è vessato dalla strega Karabà, che ha sottratto l'acqua dalla fonte del paese ed ha ucciso e sbranato tutti gli uomini del villaggio, che hanno tentato di affrontarla. Kirikù decide allora di combattere la strega. Tra l'incredulità e la diffidenza generale, al contrario della fiducia, peraltro meritata, della mamma, il piccolo eroe riuscirà a sventare i piani della strega: restituirà l'acqua alla tribù una volta compreso perché la fonte e libererà le persone che la donna rapisce.
Nelle sue imprese Kirikù è assillato da un dubbio a cui nessuno sa dare una soluzione: il motivo per cui la strega sia così cattiva. Per trovare la risposta dovrà affrontare l'impresa più ardua, recarsi dal Saggio della Montagna, suo nonno, evitando il controllo dei feticci di Karabà, e per farlo deve scavarsi una galleria sotto la casa della strega. Quando, superati numerosi ostacoli, si trova alla presenza del nonno, egli gli svela il mistero: Karabà soffre a causa di una spina avvelenata che le è stata conficcata nella schiena, che non riesce a togliere e non vuole togliere, perché ritiene che togliendola perderebbe i poteri magici e proverebbe nuovamente il dolore atroce che ha già patito una volta. Kirikù, tuttavia, è deciso a liberarla e lo farà; in cambio otterrà di crescere anche fisicamente - dopo che è nato già mentalmente adulto – e sposerà Karabà; la donna peraltro, senza più la spina, ha cessato di soffrire, per cui è diventata buona e gentile, ha mantenuto alcuni poteri e ha liberato gli uomini del villaggio, che in realtà non mangiava né uccideva ma semplicemente tramutava in feticci.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Sabato 8 luglio 2017
all'interno di Estate al parco 13 #noinoncispegniamo

Concerto blues di Danny & The Blues Doctors:

Voce – Danny Chirico
Pianoforte/Armonica – Manuel Chirico
Chitarra – Enrico Irlante
Sax – Gabriele Imperatori
Basso – Paolo De Angelis
Batteria – Raffaele Marando

Sei musicisti, sei amici, sei anime che amano e suonano Blues da sempre si sono riuniti ed hanno deciso di tornare a calcare i palchi italiani per portare la loro personalissima versione di brani Blues, Soul, Funky e R&B più o meno famosi nonché brani originali di loro composizione. Le loro esperienze spaziano dal Blues al
Jazz, dal Soul all ‘R&B fino ad arrivare al Musical ma oggi sono tutte al servizio del Blues. Con Danny & the Blues Doctors finalmente si può dire “Blues is coming to town! Stay always Tuned!”

a seguire
JAM SESSION

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Venerdì 7 luglio 2017 ore 21:30
all'interno di Estate al parco 13 #noinoncispegniamo

Altri Mondi Bike Tour è un evento mediatico, uno spettacolo teatrale. Un viaggio in bici che si basa sull’idea che tutela ambientale, divulgazione scientifica, cultura, arte e buone pratiche di sostenibilità siano, in verità, facce della stessa medaglia.
Una banda di ciclicti/teatranti ha iniziato a giugno un viaggio fermandosi nei luoghi dove ci sono dei conflitti ambientali, dove le comunità si difendono da chi specula e inquina; in quelle città che fanno buone pratiche con le energie rinnovabili, producendo Zero Rifiuti e che hanno trovato la giusta armonia tra lavoro e cura del paesaggio.
Altri Mondi Bike Tour è uno spettacolo di strada.
La Banda di ciclisti gira con dei carrelli dai quali escono come un libro popup scenografie fatte di carta, bamboo, tubicini, molle, ombre cinesi, casse acustiche all’interno di tronchi, biciclette che diventano generatori di corrente azionate dal pubblico.
Lo spettacolo racconta le storie scientifiche di come sono fatte le galassie, dei miliardi di pianeti che esistono. Della vita, di come è nata ed è arrivata sulla nostra Terra. Delle piante, le antichissime piante. Ci sono scienziati geniali che studiano l’intelligenza delle piante, la capacità di comunicare tra loro scambiandosi informazioni, avvertendosi dei pericoli. Le piante che dormono e che hanno molto più sensi di noi: vista, udito, gusto, naso, equilibrio, elettromagnetismo, senso chimico, pressione.
E poi gli animali, i nostri simili.
Animali che usano il linguaggio, adoperano strumenti, che provano emozioni, che soffrono per la morte. Animali che si curano con le erbe, animali che si drogano con le erbe!
Tutta quest’impresa sarà compiuta in bicicletta poiché è la protagonista indiscussa di una rivoluzione sensibile che parte dalla mobilità e ci coinvolge in uno stile di vita sostenibile.
Grazie alle invenzioni di Mobile Green Power, lo spettacolo sarà alimentato da energia rinnovabile e sarà autosufficiente.

Ci aiutano nella‘organizzazione di questa avventura Banca Etica, A Sud, I Ciclonauti, Terra!, ReBikeAlterMobility, Legambiente, #Salvaiciclisti, Italia che cambia, Comune-info, Fiab.

ALTRI MONDI BIKE TOUR
Idea e regia: Valerio Gatto Bonanni
Autori: Valerio Gatto Bonanni, Guido Bertorelli
Scenografie e luci: Marco Guarrera
Attori: Guido Bertorelli, Mauro Milone, Valerio Gatto Bonanni
Videomaker: Tiziana Tomasulo
Organizzazione: Camila Chiozza
Ufficio stampa: Marica Di Pierri
Social media manager e crowdfunding: Amarilda Dhrami
Produzione: SemiVolanti
Energy Cargo Bike
Idea: Raniero Terribili, Valerio Gatto Bonanni
Realizzazione: Raniero Terribili + Mobile Green Power
Partner
Banca Etica, A Sud, Terra!, I Ciclonauti, Legambiente, Rebike, Salvaciclisti, Fiab.
Media Partner
Italia che cambia, Comune-info
Altri Mondi Bike Tour è un evento mediatico, uno spettacolo teatrale.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Sabato 24 Giugno ore 18:30

PRESENTAZIONE LIBRO
Circuiti economici solidali. Economia solidale di liberazione di Euclides Andrè Mance (Pioda Imaging editore/Solidarius Italia)

saranno presenti
Euclides Andrè Mance autore del libro
Mara Soana Tortora Solidarius Italia, traduttrice del libro
Chiara Cavallaro Tecnologa CNR, Comitato Si può fare

Chi desidera copia del libro può prenotare le copie all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Sabato 24 giugno in una giornata di concerti di Blues in the Park e una “Amatriciana Solidale” per Cascello di Amatrice alle 18.30 alla Ex Lavanderia verrà presentato il libro di Euclides Andrè Mance “Circuiti economici solidali. Economia solidale di liberazione” (Pioda Imaging editore/Solidarius Italia). Dopo la pubblicazione in Italia di La rivoluzione delle reti (EMI, 2003), Fame zero - Il contributo dell’economia solidale (EMI, 2006), Organizzare Reti solidali (EDUP- Solidarius Italia, 2010) que­sto testo costituisce uno sviluppo, insieme teo­rico e pratico, dell’economia solidale come eco­nomia di liberazione.

“Ogni volta che l’umanità ha conosciuto un vero progresso - in termini di maggiore coscienza, di giustizia, di pace, di creatività nonviolenta, di felicità - esso è stato generato dalla scoperta di un’altra dimensione della realtà, prima scono­sciuta, e da un altro modo di porsi in rapporto con il mondo e anche con noi stessi. Il lavoro di Euclides André Mance si inoltra nella direzione di una svolta simile, quella che oggi ci è divenu­ta urgente, e lo fa con grande forza euristica, cioè con la capacità di aprire percorsi concreti lì dove molti non vedono alcun passaggio. Per queste ragioni il libro andrebbe letto con grati­tudine. E soprattutto nello spirito di quella fidu­cia trasformativa che porta ad agire con fecon­dità insieme agli altri, lasciandosi alle spalle la rassegnazione e il settarismo” (Dalla Prefazio­ne di Roberto Mancini).

Il libro verrà presentato da Chiara Cavallaro (CNR e Comitato Si Può Fare), Mara Soana Tortora (Solidarius Italia e traduttrice del libro)impegnata per molti anni in progetti di cooperazione e sviluppo già presidente Ipsia nel 2009 ha fondato Solidarius una microimpresa di economia solidale in connessione con l'esperienza delle reti brasiliane di economia solidale.

Sarà presente l’autore Euclides Andrè Mance, filosofo brasiliano che da diversi anni, contribuisce all’organizzazione di reti economiche e solidali in diverse regioni del Brasile ed ha collaborato a livello internazionale alla riflessione sul tema, intervenendo come facilitatore e relatore in eventi civili o istituzionali in differenti paesi.

Invita i tuoi contatti all'evento su Facebook

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter