Vertenza S. M. della Pietà

Campagna "Si Può Fare"

Per il riuso
pubblico, sociale
e culturale
dell'ex manicomio di Roma

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

gandhiSii il Cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.

Gandhi

26 settembre 2018

La Consulta Cittadina Permanente per la Salute Mentale di Roma Capitale, aderisce alla manifestazione del 6 ottobre all’unanimità di tutti i componenti

E' un fato importantissimo. Il mondo della Salute Mentale, le realtà che "sul campo" hanno ottenuto, difeso, praticato la Riforma Psichiatrica (Legge 180) e che da tempo subiscono gli attacchi ideologici, i tagli al sistema pubblico, la privatizzazione dei servizi, hanno ben chiara la posta in gioco sul S.Maria della Pietà.

La scommessa che abbiamo fatto presentando le Proposte di Iniziativa Popolare sull'Ex Ospedale Psichiatrico non è solo una questione di "opinioni" su cosa farne.
"Si può fare" significa che si può rispettare la Legge nazionale che destina i redditi degli Ex OP per finanziare il sistema pubblico della Salute Mentale.
Non solo, che si può fare senza svendere, realizzando un'eccellenza culturale pubblica.
Vincere la battaglia sul S.Maria significherebbe invertire la rotta che tutte le amministrazioni stanno ciecamente perseguendo.
I beni Comuni, i Beni pubblici non sono "fardelli" di cui liberarsi, svendendoli o regalandoli ai poteri forti.
Il "pubblico" può essere una risorsa, un investimento, una ricchezza e la sua gestione può essere trasparente, partecipata, sana.

Chiunque, fosse anche sindaco o Presidente di Regione si illude che il S.Maria della Pietà sia una piccola questione locale, una storiella di aggiustamenti di "bilancio", un problema da affrontare con superficialità e senza ascolto, sta prendendo una cantonata clamorosa.

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter