Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - OttNov - Dic
2019 Gen - Feb - Mar

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

platoneQuando un popolo, divorato dalla sete della libertà, si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano quanta ne vuole, fino ad ubriacarlo, accade allora che,

Read more ...

Ex manicomio di Roma, Artisti surrealisti e musicisti percussionisti per la Campagna #Sipuòfare!

Un viaggio nella follia creativa che passa dal centro di riabilitazione psichiatrica Villa Letizia, transita all’Accademia di Lagado, per approdare dalle 21 in poi nella sede dell’Associazione dell’ex lavanderia, che ha dato vita alla campagna per l’uso pubblico del S. Maria della Pietà.

“Letizia drums”, questo il nome del gruppo di ragazzi nato dal progetto di Mauro d’Alessandro, musicista percussionista con la vocazione del divertimento. “Un mezzo insostituibile per liberare l’espressività” dice. La stessa dell’Accademia di Lagado sede, per il Gulliver di Swift, fanno sapere gli artisti, “degli esperimenti più strani e particolari degli inventori folli del reame”.

Da qui parte la loro espressività sulla tela, da qui quella delle percussioni del gruppo di musicisti.  “La stessa - dicono dall’Associazione Ex-Lavanderia - che ha portato alla chiusura dei manicomi”. “Per questo l’uso pubblico del S. Maria della Pietà è imprescindibile”. La raccolta firme continua fino alla fine di maggio, ma noi - concludono - andremo avanti. Perché una cosa è certa: non si torna indietro”.

Appuntamento per il concerto ore 21 Piazza S. Maria della Pietà 5, nella sede del padiglione 31. La mostra continua fino a domenica 6 aprile.

L’associazione Ex-Lavanderia
Campagna “Si può Fare”
http://www.exlavanderia.it/index.php/vertenza/un-nuovo-programma

contatti: Anna Maria Bruni
          This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
          cell. 347 3305937

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter