Vertenza S. M. della Pietà

14 anni

Se la "politica"
ci stacca la corrente
noi fcciamo più iniziative!

Senza corrente, libera e pubblica cultura:
2017 Nov - Dic
2018 Gen - Feb - Mar Apr - Mag - Giu - Lug AgoSet - OttNov - Dic
2019 Gen - Feb - Mar

Appello alla cittadinanza

Roma, 6 Marzo 2018

Con questo comunicato cerchiamo di riassumere quello che sta succedendo oggi...
continua a leggere...

"E senza dubbio il nostro tempo... preferisce l'immagine alla cosa, la copia all'originale, la rappresentazione alla realtà, l'apparenza all'essere...

Read more ...

2002

ottobre
Viene lanciato un appello contro l'edificazione prevista dal Piano Regolatore di 200mila mc nell'area intorno al S.Maria della Pietà. All'appello aderiscono oltre 40 associazioni ambientaliste, territoriali, culturali. Oltre alla richiesta di azzerare l'edificazione prevista c'è quella di mantenere la Centralità Urbana e di valorizzare il Comprensorio.


2003

27 marzo
Il Consiglio di Amministrazione della Sapienza, nel suo documento che finanzia il Piano di Assetto Generale , propone lo stralcio dell'ipotesi di utilizzo del S.Maria della Pietà.

L'Università rileva che i 16.000 mq proposti dal Comune di Roma sono insufficienti e che l'utilizzo universitario è incompatibile sia con l'utilizzo sanitario di parte del Comprensorio, sia con la realizzazione del Municipio, ancora con la presenza limitrofa del campo nomadi.
27 marzo
Dopo una lunga trattativa, l'edificazione prevista dal PRG viene cancellata mentre si mantiene la Centralità Urbana.
La Delibera di Iniziativa Popolare
luglio
Viene lanciato l'Appello per la Delibera di Iniziativa Popolare che prevede l'acquisizione Comunale del S.Maria della Pietà attraverso la permuta con spazi comunali da destinare al sistema della Salute mentale.
settembre
Inizia la Raccolta di firme per la Delibera sostenuta da un Comitato Promotore che raccoglie oltre 50 realtà romane: partiti, sindacati, associazioni ambientaliste, della Salute mentale e culturali.
novembre
Le associazioni presentano le loro Osservazioni al PRG che riguardano:
1) la definitiva tutela dell'area intorno al S.Maria della Pietà sanando la incomprensibile scelta fatta dall'Ufficio di Piano di inserire nelle Norme Tecniche la previsione edificatoria pari a 0 mq come deciso dal Consiglio Comunale ma di non modificare di conseguenza la destinazione d'uso lasciando una definizione contraddittoria e quindi rischiosa.
2) L'inserimento delle funzioni Cultura e Turismo e ricettività nella Centralità Urbana la cui assenza si rivela assolutamente incomprensibile visto le dichiarate volontà del Comune di Roma e la presenza di strutture residenziali che dovrebbero ospitare un Ostello della Gioventù
3) La collocazione degli edifici del S.Maria in una classificazione che ne rispetti la tipologia architettonica ampiamente svalorizzata dalla proposta contenuta nella Carta della Qualità del PRG
Il Comitato Promotore denuncia, in un Comunicato Stampa , la chiusura, da parte della ASL, di due dei quattro padiglioni destinati ad Ostello della Gioventù con l'inizio di lavori di ristrutturazione per ospitare non meglio precisati servizi sanitari
dicembre
In una Conferenza Stampa l'Assessore Comunale Minelli, annuncia l'accordo tra Comune ASL e Regione per la realizzazione della nuova sede del Municipio Roma 19 al S.Maria della Pietà
5 dicembre
Vengono consegnate le firme per la Delibera. A fronte delle 5.000 firme necessarie, quelle raccolte sono circa 9500, quelle risultate valide sono 8.643

Sportello Banca del tempo

Canale video

Pagina Facebook

Profilo Tweetter