soldi buttatiarticolo pubblicato su "Diciannovesima speciale (2008)"

Quanto costa la malgestione dei padiglioni ristrutturati per il Giubileo?

L' Ostello, allestito e mai aperto, potrebbe entrare in funzione ora: "Ci siamo offerti di gestire questi locali dando alla Regione il 5% su ogni pernottamento oltre al canone annuo. Crediamo sia un' offerta vantaggiosa considerando che si tratta di circa centomila pernottamenti all' anno"
Corriere della Sera (7 agosto 2004)

Così Mario Falcone, allora Presidente Regionale dell' Associazione Alberghi per la Gioventù. Un offerta importante per Roma, vantaggiosa per Regione ed ASL. Facendo un calcolo approssimativo e per difetto, parliamo di circa 1 milione di euro l'anno tra canone e percentuale.
Da allora sono passati 4 anni. (oggi 7 n.d.r.). Gli ostelli erano pronti e quindi attivabili subito. Remissione: 4 milioni di euro. Aggiunti ai 2,5 stanziati oggi per rifare tutto sono 6,5 milioni di euro persi ( e poi ci dicono che c’è il buco della sanità) a cui va aggiunto l'indotto del servizio mensa.
Ma la remissione "sociale" è anche maggiore: poteva essere un Ostello in più, nuovo di zecca per la Capitale; si sarebbe potuto contrattare l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Gli Ostelli realizzati al S.Maria della Pietà erano anche stati predisposti per l'accoglienza dei diversamente abili. Si sarebbe potuto valorizzare il patrimonio archeologico del territorio approfittando della ricettività turistica.
Insomma, la vicenda degli ostelli è un buco da tutti i punti di vista.