L'università di “eccellenza”

La collocazione universitaria viene spacciata per una grande potenzialità culturale e formativa. In realtà neanche il Rettore sa bene cosa collocare al S.Maria della Pietà.
Infatti, sempre nella cartellina consegnata ai giornalisti si dice:
"La Sapienza intende allocare al S.Maria funzioni "pregiate" quali ad esempio: Corso di Laurea in Disegno Industriale, una sezione del Dipartimento di "Biologia Vegetale", Corso di Laurea in Scienze dell'Educazione e della Formazione, Corso di Laurea specialistica in Pedagogia, Summer School, corsi di specializzazione..."
Non ci vuole una Laurea per comprendere l'impossibilità di collocare tutte queste cose in 8 padiglioni (per i giornalisti pigri in verdino).
Semmai si farà, questo spezzatino di cose messe alla rinfusa sembrano più la consegna di qualche stanza per uno ai baroncini universitari che la grande operazione formativa spacciata dai firmatari.
Fatto sta che il "Campus Universitario" è una "bella vetrina" di un'operazione che nella sostanza realizza ben altro.

 

P.S. il progetto universitario è definitivamente tramontato a maggio 2010 con la rinuncia del Rettore Frati ad acquisire gli 8 padiglioni previsti i quali risultano tuttora utilizzati dalla ASL RME nonostante l'impegno a liberarli entro il 2007 sottoscritto con il Protocollo di Intesa. (2011-02-20)